Galliano, giro di fisarmonica con l'Ensemble Simphony Orchestra

    Le giornate si raffreddano e poco altro al mondo «scalda» come un bel concerto jazz. Anche attraverso l'utilizzo di «armi non convenzionali» per il genere: se vi piace per esempio l'impiego jazzistico della fisarmonica, forse lo strumento tradizionale per eccellenza, non perdetevi per nulla al

    – di Francesco Prisco

    X Factor, Anastasio il rapper buonista trionfa in una finale targata Napoli

    L'opinione pubblica è un mostro mitologico che si nutre di luoghi comuni. E allora i milanesi sono tutti stilisti ed esperti di finanza, a Torino si avvitano bulloni, il romano politicheggia e il napoletano «se non canta muore». La finale della 12esima edizione italiana di X Factor ci consegna un

    – di Francesco Prisco

    Fedez e Ferragni: papà e mamma branded content prima di ogni cosa

    La canzone pop dedicata alla neonata prole è genere antico, frequentatissimo, caro ad artisti alti come John Lennon e Stevie Wonder, meno alti come Jovanotti e adesso pure a Fedez, influencer prestato al rap, figura paterna della Sagrada Familia Instagrammatica che comprende, oltre a lui, la

    – di Modesto Michelangelo Scrofeo

    Sfera Ebbasta, chi è il rapper degli eccessi che si sente una rockstar

    «Il rap è solo una piccola parte del piano, per me. Vorrei essere uno di quegli artisti indiscutibili, che possono piacerti o non piacerti, ma che non puoi fare a meno di rispettare, perché hanno dato voce a qualcosa di unico». Quel "qualcosa" di cui Gionata Boschetti - vero nome di Sfera Ebbasta -

    – di Francesca Milano

    Patti Smith e Jethro Tull: quando il rock suona in cattedrale

    «Chi canta prega due volte», diceva sant'Agostino. Del resto il rapporto tra musica e luoghi di culto è antico, appassionato e suggestivo: volendo mettere in fila canti gregoriani, lavori organistici di Bach e tutto quello che segue, ci si mette poco a comprendere che l'arte delle sette note deve

    – di Francesco Prisco

    XFactor e la paura della felicità di Martina

    «Qualche volta dovrò perdere» (Sometimes I'm gonna have to lose) recita un verso della canzone eseguita al settimo Live di XFactor dalla fatina, donna-bambina, la diciassettenne Martina Attili. Le è stato fatale, tant'è che la cover del pezzo della "ragazzaccia" idolo teen Miley Cyrus le è costata

    – di Anna Li Vigni

    Tornano i Prodigy: «Niente turisti»

    I turisti non sono ammessi. No turists: si chiama così il settimo album dei Prodigy che, una manciata di settimane fa, ha rotto un silenzio discografico durato tre anni. Qualche assaggio del nuovo corso lo si è avuto la scorsa estate all'«Home Festival» di Treviso. Adesso arrivano due occasioni per

    – di Francesco Prisco

    Vasco dice la verità (eh... già)

    Il Blasco è ancora qua. Eh… già: Vasco Rossi torna col singolo La verità. E non lo si liquidi come il cantante italiano dei record: il fenomeno meriterebbe accurati studi, approfondite ricerche, dotte disquisizioni filosofiche. Con rara modestia, si autodefinisce «provok-autore». Con la kappa. Il

    – di Modesto Michelangelo Scrofeo

    Bryan Adams, Level 42 e Johnny Marr: anni Ottanta rock

    Rock and roll. Ma che suoni bene, perché l'orecchio vuole sempre la sua parte. Tanto orecchiabile da sconfinare nel pop, come quello di Bryan Adams, il cantante e chitarrista canadese molto in voga tra gli anni Ottanta e Novanta, protagonista di un exploit con l'album Waking Up the Neighbours

    – di Francesco Prisco

    La «bulimia musicale» di De Gregori: doppio tour nel 2019

    «Incontrare persone non è una mia necessità ma mi dà meno fastidio di una volta. E' un buon segno, meglio tardi che mai». Francesco De Gregori non si vergogna dei suoi difetti, ma ne sorride e sembra quasi volergli bene a quel suo stile nello stare sul palco, alla sua timidezza scambiata per

    – di Francesca Milano

I più letti di Musica