Agroindustria
  1. Tendenze

    La pinsa triplica le vendite e si moltiplicano gli investimenti dei brand

    Già pronta e surgelata o da preparare a casa: consumi in netta crescita. Tra gli altri, il suo “inventore” Di Marco investe 10 milioni

  2. Frutta

    Pere, ancora un anno di crisi: produzione al minimo storico

    In Emilia Romagna, dove sorgono il 70% delle coltivazioni, devastanti le gelate di fine marzo-inizio aprile. E resta il problema della cimice asiatica

  3. Eccellenze

    Poco tartufo bianco e prezzi alle stelle, ma c’è ottimismo per novembre

    Il parere degli esperti ospiti di Cia-Agricoltori italiani in occasione dell’Anteprima mondiale della stagione 2021

  4. Made in Italy

    Nutkao compra Antichi Sapori dell’Etna (Pistì)

    L’azienda che produce creme e cioccolati conto terzi supererà così i 250 milioni di fatturato complessivi

  5. Analisi

    Materie prime: tempesta perfetta, ma i prezzi ai massimi non sono una bolla

    La ripartenza della domanda globale si scontra con un'offerta non adeguata, limitata dal meteo sfavorevole e dagli effetti della pandemia su logistici, a cui si aggiunge la speculazione.

  6. Finanziamenti

    Da Unicredit e Sace minibond per l’agroalimentare del Sud

    Sottoscritti da Caffè Moak, Cantine Ermes, Gustibus Alimentari, Pastificio Di Martino, Caseificio Palazzo e Gruppo Leone i primi 27 milioni del Bond Food Mezzogiorno

  7. Acquacoltura

    Aqua alleva il pesce in alto mare: più sostenibilità e più qualità

    Nel mar Ligure orate e branzini più magri e con meno farmaci allevati in 16 gabbie a un miglio dalla costa dove l’acqua è profonda circa 40 metri

  8. Cioccolato & Co.

    Creme spalmabili, Nutkao con la belga Boerrineke arriva a 200 milioni di fatturato

    L’acquisizione della società piemontese specializzata nel private label si inserisce in una strategia di espansione in Europa

  9. Conserve

    Pomodoro, a sorpresa il raccolto sfiora 6 milioni di tonnellate

    La produzione a +15% dopo un biennio difficile. Pandemia e mancanza di manodopera si sono sentite meno del previsto per un settore che vale 3,7 miliardi