Roboetica, aziende e... la lungimiranza di Isaac Asimov

    Era la primavera del 2007 e stavo per discutere la mia tesi di laurea triennale il cui titolo recitava: «Il dibattito sulla Roboetica: perché la Filosofia dovrebbe occuparsene?». Filosofia della mente, Filosofia della scienza, Logica, Bioetica, Storia del pensiero scientifico ed Etica della

    – di Veronica Giovale *

    Comer fabbrica lean con i 12mila suggerimenti di operai e impiegati

    «No problem? Big problem. Le organizzazioni che non hanno problemi, non è che non ne abbiano, semplicemente non ne vedono. E questo è un grosso problema». Arnaldo Camuffo, professore del dipartimento di Management e Tecnologia dell'Università Bocconi, ha implementato la lean organization alla Comer

    – di Cristina Casadei

    Lottare contro le proprie idee per capire quanto valgono

    Nell'epoca della post-verità e delle fake news, può essere necessario lottare contro le proprie idee per capire quanto valgono davvero. Secondo il filosofo austriaco Karl Popper la scienza non si basa sulla capacità di confermare un'ipotesi, un'idea, un'opinione, una norma. Riguarda invece la

    – di Giulio Xhaët *

    Dopo l'outplacement un nuovo posto per l'85% dei lavoratori, il 92% tra i manager

    C'è un piccolo esercito di qualche migliaio di dirigenti, ma anche quadri, impiegati e operai che ogni anno alimenta il doppio flusso in uscita e in entrata dalle aziende, supportato attraverso l'outplacement. C'è chi avvia la start up o chi si ricolloca su ruoli analoghi, passando spesso da una

    – di Cristina Casadei

    L'integrità conviene sempre, molto più del guadagno immediato

    Vi è mai capitato di fruire di un'offerta «tutto incluso» e poi di trovare la sorpresa di un conto più alto? Non ingiuriosamente più alto, qualche soldo qui e là, che non cambia l'ordine di grandezza di quello che state spendendo, ma che produce il pensiero «e ti pareva» (o peggio) seguito

    – di Massimo Calì *

    Il lavoro "tecnico" non esiste più, ma sarà il lavoro del futuro

    Recentemente durante una sessione di coaching un Cio (Chief information officer, il manager responsabile dei sistemi informativi di un'azienda) mi ha confessato: «E' incredibile, un uomo di estrazione informatica come me svolge ormai quasi soltanto mansioni ad alta intensità relazionale e creativa,

    – di Lorenzo Cavalieri *

    Il paradosso dei Millennial: hanno le ali, ma non vogliono volare

    Secondo un recente studio di Gallup, 6 Millennial su 10 sono aperti a nuove opportunità di lavoro e 2 su 10 hanno cambiato lavoro durante l'anno precedente. Siamo (ne faccio parte) la generazione più propensa al cosiddetto «job hopping», ovvero a "saltare" da un lavoro all'altro in un arco di tempo

    – di Joanna Pluta *

I più letti di Job