In Italia solo il 44% voterebbe per restare nell'Ue (ma l'euro piace)

    Gli italiani sono in larga parte favorevoli all'euro ma molto tiepidi sull'Unione europea. Lo rivela l'ultimo sondaggio Eurobarometro condotto tra l'8 e il 26 settembre 2018 da Kantar Public in tutti e 28 gli Stati membri. Ne emerge che il 65% degli italiani si dichiara favorevole all'euro, ma gli

    Corea, il presidente Moon a Roma porta al Papa l'invito di Kim

    Mai visita a Roma di un presidente sudcoreano avviene sotto i riflettori internazionali come quella che Moon Jae-in sta avviando. Non per questioni nei rapporti con l'Italia - che sono ottimi e quindi non fanno notizia - ma per l'incontro con Papa Francesco, al quale giovedì 18 novembre il titolare

    – di Stefano Carrer

    Con Trump il deficit Usa è aumentato del 17% in un anno

    NEW YORK - Le minori entrate fiscali per il taglio della corporate tax, l'aumento delle spese militari e l'incremento degli interessi sul debito pubblico: nell'anno fiscale 2018, concluso il 30 settembre, il deficit federale degli Stati Uniti d'America ha raggiunto i massimi, toccando i 779

    – di Riccardo Barlaam

    Khashoggi e i due principi sotto accusa: bin Salman e il genero di Trump

    Il giornalista Jamal Khashoggi «è stato ucciso da funzionari corrotti», è l'ultima versione del regime saudita. Ventiquattro ore dopo la partenza del segretario di stato americano Mike Pompeo per Riad e l'imbarazzo di Donald Trump, «possono essere stati delinquenti comuni» ha detto il presidente ai

    – di Angela Manganaro

    A Ca' Foscari il master «Global business Japan»

    Si definisce come il primo master annuale in Europa finalizzato specificamente a coniugare un apprendimento linguistico mirato con lo sviluppo di capacità di fare business con i giapponesi: parte a dicembre il Master Executive di primo livello "Global Business Japan" (I edizione) alla Challenge

    – di S.Car.

    Addio «Idea Man»: la scomparsa di Paul Allen, cofondatore di Microsoft

    NEW YORK - "Idea man" così si definiva Paul Allen, aveva 22 anni quando con Bill Gates, l'amico di 19 anni con il fiuto per gli affari, decisero di fondare una società, che sarebbe poi diventata Microsoft. L'anno era il 1975. Qualche tempo dopo i due ragazzini di Seattle intervistati da Fortune,

    – dal nostro corrispondente Riccardo Barlaam

    Aberdeen: «Investire ora in azioni e bond cinesi»

    E' il momento giusto per fare investimenti finanziari in una Cina che per la prima volta sta davvero aprendo i suoi mercati e dove gli investitori locali non hanno ancora appreso bene a discernere la "qualita" degli asset finanziari. E' il messaggio principale di Donald Amstad, Head of Investment,

    – di Stefano Carrer

    Brexit, per Tusk lo scenario «no deal» è «più probabile che mai»

    Lo scenario "no deal", con un mancato accordo sulla Brexit, «è più probabile che mai». Lo ha detto il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk, alla vigilia del summit di Bruxelles, che si terrà il 17 e 18 ottobre, durante il quale si discuterà della questione. «In modo responsabile, come

    Italia-Romania: 2018 anno record per interscambio

    ROMA - Raggiungerà quasi certamente i 15 miliardi di euro l'interscambio commerciale tra Italia e Romania. Una cifra record che testimonia i «rapporti straordinariamente eccellenti» tra Roma e Bucarest come ha ricordato oggi il presidente della Repubblica Sergio Mattarella nell'incontro avuto al

    – di Gerardo Pelosi

    Khashoggi, i big disertano la «Davos saudita». Trump invia Pompeo a Riad

    Il caso Khashoggi diventa un problema di Donald Trump: il presidente ha inviato a Riad il suo segretario di Stato, Mike Pompeo ma con i giornalisti ha cercato di difendere le autorità saudite e quindi il principe Mohammed bin Salman accusato di essere il mandante della sparizione e del probabile

    – di Roberto Bongiorni

    Verdi: immigrati, Europa, lavoro e ambiente. Ecco il programma vincente

    Le elezioni in Baviera sono la conferma che il voto ecologista torna ad essere attraente in alcuni paesi del Nord Europa, in un momento di crisi dei partiti popolari e di ascesa dei movimenti più radicali. Oltre che nel land tedesco, infatti, gli ecologisti hanno ottenuto risultati soddisfacenti

    Lussemburgo, Csv sotto il 30%: è il crepuscolo del potere di Juncker

    Il tramonto di Jean-Claude Juncker passa anche dal Lussemburgo. Un fortino per decenni politicamente inespugnabile, dominato dal suo partito, la Csv: anche ieri i cristiano-sociali hanno vinto le elezioni, ma sono scesi sotto quota 30 per cento. Un risultato che lo schieramento dominatore

    – di Sergio Nava

    Brexit, il confine dell'Irlanda blocca l'intesa Regno Unito-Ue

    E' terminato con un nulla di fatto il round negoziale che Bruxelles e Londra hanno tenuto nel fine settimana nel tentativo di trovare un accordo dell'ultimo minuto su una uscita regolamentata del Regno Unito dall'Unione. Le parti hanno deciso di rinviare il dossier più scottante, ossia la questione

    – dal nostro corrispondente Beda Romano

    Baviera, exploit dei Verdi e Csu in discesa: cosa ci insegnano le elezioni

    MONACO DI BAVIERA - «Die Grünen non è un partito di sinistra»: a dirlo è una delegata della Csu, mentre ascoltava le prime proiezioni in Parlamento a Monaco e indicava il suo vestito bicolore, una stoffa a fiorami sgargianti nero e verde che sembrava presagire la formazione del prossimo governo di

    – di Isabella Bufacchi

I più letti di Mondo