acquisizioni

Cosmoprof rileva la media company tedesca Health and Beauty

di Ilaria Vesentini

Il settore della cosmetica in Europa vale oltre 77 miliardi di euro

3' di lettura

L’acquisizione di Health and Beauty Holding Gmbh da parte di BolognaFiere Cosmoprof è il tassello che mancava nel puzzle di entrambe le società per consolidare la presenza internazionale: permette al gruppo fieristico emiliano di estendere al Vecchio continente la leadership nel settore cosmetico già conquistata in Usa, Asia, Sudamerica e Medioriente; e, dall’altro lato, apre i grandi mercati emergenti al player tedesco, che ha due secoli di storia alle spalle nell’editoria specializzata e oggi è la media company di riferimento per riviste, siti web e fiere professionali dedicate a estetica e benessere nell’Europa centro-occidentale (oltre che in Germania è presente in Svizzera, Francia, Polonia, Ungheria, Slovacchia, Slovenia, Italia e Grecia).

Un’operazione win-win per entrambi gruppi, annunciata in piena estate e ufficializzata ora a Parigi, nella capitale dell’industria cosmetica e cuore pulsante di un settore che non conosce crisi e che ha raggiunto lo scorso anno un valore di 77,7 miliardi di euro in Europa (11 miliardi in Italia) e di oltre 260 miliardi nel mondo. «L’alleanza con Health & Beauty, in cui siamo entrati con una quota del 60% per salire al 100% del capitale nel giro di tre anni, è un passo importante per BolognaFiere – sottolinea il presidente Gianpiero Calzolari, davanti alla platea di giornalisti internazionali riunita a Cercle Suédois, club parigino a pochi passi da Place Vendôme – perché ci permette di conquistare il mercato europeo, collaborando con un team di 150 professionisti di grande esperienza e know-how nel settore, dopo aver fatto il giro del mondo con la nostra piattaforma Cosmoprof».

Loading...

Il network Cosmoprof coinvolge oggi oltre 370mila professionisti e più di 7mila aziende internazionali tra lo storico salone bolognese Cosmoprof Worldwide, il più importante riferimento per l’industria cosmetica e la beauty community internazionale che nel 2019 celebrerà la 52esima edizione (dopo aver raggiunto lo scorso anno il record di 2.822 espositori da 70 Paesi e 250mila visitatori) e gli altri saloni della cosmesi, tra le kermesse a Las Vegas, Mumbay e Hong Kong e le partnership in Iran, Colombia, Thailandia, Filippine, Vietnam e Malesia. Un bacino di clienti cui ora si sommano le 1.600 aziende e i 130mila operatori professionali del gruppo Health & Beauty di Ettlingen (cittadina 70 km a ovest di Stoccarda, al confine con la Francia), che fattura circa 13 milioni di euro tra le 25 riviste specializzate e la manifestazione fieristica Beauty Forum organizzata in 14 Paesi.

«La partnership con Health and Beauty porterà a un guadagno potenziale di circa 8 milioni di euro e a un ulteriore sviluppo internazionale del gruppo. Anche grazie a questa acquisizioni prevediamo di raggiungere il prossimo anno un fatturato di 180 milioni di euro. BolognaFiere Cosmoprof, l’ammiraglia del nostro gruppo, realizza da sola un giro d’affari di 75 milioni di euro, di cui circa 45 milioni arrivano dagli eventi internazionali», snocciola numeri il presidente Calzolari. Che si prepara a tagliare il nastro del primo evento congiunto con i tedeschi già tra pochi giorni, al salone parigino della rete Beauty Forum.

«Nessun altro attore sul mercato è così integrato a livello verticale e può seguire il settore beauty, dall’industrializzazione alla vendita al consumatore. Insieme possiamo coinvolgere 500mila operatori professionali e 9mila aziende. Diventiamo partner globali dell’industria cosmetica in grado di supportare innovazione, tecnologia e sviluppo di nuovi prodotti», ricorda Georg von Griesheim, ceo di Health& Beauty, che manterrà il proprio marchio sul mercato e l’attuale management. Nel board della nuova alleanza italo-tedesca entrerà per BolognaFiere Roberto Valente, che coordinerà anche le attività. «Questa acquisizione rientra nella strategie di crescita globale della nostra società – conclude Calzolari –. Cerchiamo di piazzare bandierine nei vari continenti e di sfruttare il network per vendere anche altre fiere e i servizi di allestimenti fieristici della nostra controllata BF Servizi».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti