Parla l'ad Pellegrino

Fininvest «aperta a tutte le ipotesi» sul Patto Mediobanca post-Bollorè

di Cheo Condina

(ANSA)

1' di lettura

Fininvest sarà aperta nel valutare tutte le ipotesi che verranno sottoposte ai soci di Mediobanca dopo lo scioglimento del patto, determinato dalla disdetta di Vincent Bollorè, annunciata proprio ieri dal finanziere bretone. E’ quanto ha dichiarato l’amministratore delegato della holding della famiglia Berlusconi, Danilo Pellegrino, in un colloquio con l’agenzia Radiocor, a margine della conferenza stampa che ha sancito il passaggio del Monza Calcio alla stessa Fininvest, che si è tenuta presso la sede di Assolombarda della cittadina brianzola.

Fininvest, va ricordato, ad oggi detiene il 2% complessivo di Piazzetta Cuccia, di cui lo 0,97% nel patto e l’1,03% svincolato. Sull’eventuale cessione della quota fuori dagli accordi parasociali, oggetto di rumor nei mesi scorsi, Pellegrino ha precisato: «Non c’è nessuna decisione presa. Noi, peraltro, siamo molto soddisfatti della gestione di Mediobanca». Per i futuri scenari post-disdetta di Bollorè, invece, meglio un patto light tra soci o una Mediobanca più proiettata verso un assetto da public company? «Siamo aperti a tutte le ipotesi, sentiremo le proposte che ci verranno fatte», ha risposto Pellegrino. Infine - altro tema delicato - l’evoluzione dell’assetto azionario di Mediobanca non potrebbe mettere a rischio l’italianità di Generali? «Questo è un problema molto più ampio che tocca il nostro Paese», ha chiosato Pellegrino aggiungendo che «forse più avanti capiremo perchè Bollorè ha fatto questa scelta».

Loading...

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti