ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùOIL

Saipem vince contratto in Vietnam per gas naturale, la Borsa apprezza

di Chiara Di Cristofaro


default onloading pic
(ANSA )

2' di lettura

Saipem ben comprata con i titoli energetici a Piazza Affari, dopo l'annuncio di ieri di un nuovo contratto in Vietnam e con il petrolio in rialzo da tre sedute consecutive. Il titolo sale di circa l'1% e segna tra le performance migliori del listino milanese. Saipem in un mese è salita del 24%, del 4% nell'ultima settimana. Bene anche Eni e Tenaris.

Ieri il gruppo ha annunciato che la divisione XSight di Saipem si è aggiudicata un nuovo contratto onshore/offshore per il Feed del progetto Ca Voi Xanh, assegnato da ExxonMobil Exploration and Production Vietnam Limited e dai suoi partner in joint venture PetroVietnam e PetroVietnam Exploration Production Corporation. Il contratto «prevede la progettazione delle facilities per lo sviluppo del giacimento di gas naturale e condensato del blocco 118 al largo delle coste del Vietnam, il più grande del paese. Il gas estratto è destinato all’alimentazione di due centrali elettriche, ciascuna dotata di due generatori».

Ieri anche Eni ha annunciato di aver siglato un accordo con l'indonesiana Pertamina sull'economia circolare. In particolare il presidente e direttore di Pertamina, Nicke Widyawati, e l’amministratore delegato di Eni, Claudio Descalzi, hanno siglato un memorandum of understanding per individuare le sinergie tra le rispettive tecnologie, expertise e know how, al fine di identificare nuove opportunità di collaborazione nell’ambito dell’economia circolare, driver di sviluppo strategico per Eni e le proprie società Syndial e Versalis.

Sul fronte più ampio del mercato petrolifero, oggi il greggio è ancora in rialzo con il Brent vicino ai 62 dollari al barile, spinto dalle sanzioni imposte dagli Stati Uniti al Venezuela. «Il paese sudamericano ha visto la sua produzione di petrolio diminuire considerevolmente negli ultimi 20 anni, ma la prospettiva di una fornitura più limitata ha spinto gli operatori a comprare petrolio relativamente a buon mercato», sottolina David Madden di CMC Markets. Inoltre, il report dall' Energy Information Administration ha mostrato un aumento delle scorte di petrolio negli Stati Uniti di 919mila barili, mentre le scorte di benzina sono scese di oltre 2,23 milioni di barili - gli operatori stavano anticipando un aumento di 1,8 milioni di barili.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti