EMERGENZA COVID-19

1000 Miglia 2020: il Coronavirus costringe il rinvio a ottobre della gara più bella del mondo

La decisione era ormai attesa: la 38esima edizione della 1000 Miglia cambia data e si svolgerà al 22 al 25 ottobre

di Giulia Paganoni


default onloading pic

2' di lettura

La 1000 Miglia 2020 ha una nuova data. Il Consiglio di Amministrazione della società in accordo con il partner Automobile Club di Brescia, a fronte dell'emergenza in atto e al fine di garantire lo svolgimento della manifestazione nella massima sicurezza, ha deliberato il rinvio della 1000 Miglia 2020 (e di tutti gli eventi collaterali) che, pertanto, si svolgerà da giovedì 22 a domenica 25 ottobre.
«Come le nostre istituzioni hanno costantemente comunicato in questi giorni» ribadiscono Franco Gussalli Beretta, presidente di 1000 Miglia e Aldo Bonomi, presidente dell'Automobile Club di Brescia «la salute delle persone viene prima di tutto e, nella speranza della migliore e più rapida risoluzione di questa situazione senza precedenti, tutti indistintamente abbiamo la responsabilità di partecipare allo sforzo collettivo in corso».

Quattrocento auto in gara
L'edizione 2020 della 1000 Miglia era in programma da Brescia mercoledì 13 maggio per farvi ritorno sabato 16, dopo le tappe di Cervia-Milano Marittima, Roma e Parma, passando per Milano.
I cambiamenti dovrebbero attualmente comunicati riguardano solo il cambio di data mantenendo invariato il percorso. La novità della 38a edizione rievocativa della celebre corsa disputata dal 1927 al 1957 è che le auto in gara saranno 400, trenta in meno dello scorso anno per garantire maggiore sicurezza e qualità dei servizi agli equipaggi in gara, scelti tra le iscrizioni provenienti da 33 Paesi dei 5 continenti. Il Paese più rappresentato continuerà ad essere l'Italia con il 30% di partecipanti ammessi.

La Casa più rappresentata tra le vetture selezionate fra tutte quelle iscritte sarà Alfa Romeo con 68 auto, seguita da Fiat (63), Lancia (49), Jaguar (45), Porsche (38), Mercedes-Benz e Austin Healey (27), Aston Martin (26), Ferrari e Bugatti con 20. Tra quelle accettate le vetture che hanno partecipato ad almeno una delle ventiquattro edizioni della 1000 Miglia disputatasi dal 1927 al 1957 sono 85 e gli equipaggi in lista d'attesa, pronti a sostituire eventuali defezioni, sono circa 200.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...