il caso / 1

1992: l’Italia lascia lo SME

(fredcardoso - stock.adobe.com)

1' di lettura

Così è stato per l'uscita dell'Italia dallo SME: tra luglio e settembre 1992 la Banca d'Italia attinse abbondantemente alle proprie riserve valutarie per sostenere il cambio intorno alle 760£ per marco. In pochi mesi il controvalore delle riserve scese di quasi 40.000 miliardi di lire, ma l'emorragia non bastò a frenare la speculazione. Tra il 9 e il 10 settembre del ‘92 la Banca d'Italia abbandonò la difesa del cambio e subito la lira si deprezzò fino a 900£ per marco, per poi scendere ulteriormente nei mesi successivi con enormi profitti per gli speculatori, Soros in testa.

Loading...
ITALIA ‐ ANDAMENTO DEL TASSO DI CAMBIO ITL/DEM E DELLE RISERVE VALUTARIE

ITALIA ‐ ANDAMENTO DEL TASSO DI CAMBIO ITL/DEM E DELLE RISERVE VALUTARIE
Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti