Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 17 aprile 2014 alle ore 06:37.
L'ultima modifica è del 17 aprile 2014 alle ore 06:46.

My24

PARIGI. Dal nostro corrispondente
Con una inusuale dichiarazione a sorpresa al termine del consiglio dei ministri, il nuovo premier francese Manuel Valls ha fornito ieri i primi dettagli del piano di contenimento della spesa pubblica da 50 miliardi (entro il 2017).
La misura più clamorosa riguarda il congelamento per un anno delle pensioni, il cui ammontare non sarà adeguato all'andamento dell'inflazione e che registreranno quindi una perdita di potere d'acquisto. L'operazione consentirà di risparmiare 1,3 miliardi. Il premier ha sollecitato le parti sociali a fare altrettanto per quanto concerne il sistema previdenziale complementare (gestito appunto da sindacati e organizzazioni imprenditoriali). Questo consentirebbe risparmi per altri 2 miliardi.
Fino a ottobre 2015 saranno inoltre congelate alcune altre prestazioni sociali (come quelle a sostegno della casa o le indennità di invalidità), con minori spese per ulteriori 700 milioni.
Non verranno infine adeguate all'andamento dell'inflazione le retribuzioni dei dipendenti statali (oltre 5 milioni): una misura in vigore dal 2010 e che dovrebbe essere prorogata fino al 2017.
Valls ha poi confermato la suddivisione dei 50 miliardi: 18 a carico dello Stato, 21 del sistema di assistenza e previdenza, 11 degli enti locali. Va ricordato che le spese di questi ultimi sono quelle cresciute di più negli ultimi anni: 12 miliardi di aumento soltanto tra 2010 e 2012. Lo sforzo annunciato servirà a mantenere i nuovi incrementi al passo con l'inflazione. E proprio ieri è stato consegnato al presidente Hollande un rapporto, che presumibilmente verrà utilizzato dal Governo, in cui si immagina per i trasferimenti agli enti locali (almeno i più grandi, quelli con oltre 200mila abitanti, che rappresentano il 60% delle spese totali) l'applicazione di una sorta di sistema bonus-malus.
Il Medef, la Confindustria francese, ha sollecitato il Governo a fare di più: stabilizzare la spesa pubblica in volume per tre anni sui livelli del 2014 consentirebbe risparmi per 95 miliardi.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta la notizia

Shopping24

Dai nostri archivi