National Geographic E KEL 12

30 itinerari in Italia da scoprire con lentezza e curiosità

di Lucilla Incorvati


default onloading pic
Fotolia_Ravello

3' di lettura

Roma, Venezia, Firenze. Ma anche città ancora da scoprire come Mantova e Cremona, ricche di arte, rinomate per i sapori, ma trascurate dai circuiti più turistici. E che dire di Matera, capitale della cultura 2019, ma ancora sconosciuta ai più soprattutto a livello internazionale. E ancora borghi gioiello come Sacro Monte di Orta (patrimonio dell'Unesco) sul lago Maggiore. Il Piemonte è quello del buon cibo e dei grandi vini, come quelli di quell'angolo così tipicamente italiano che sono le Langhe e il Roero. Il cuore dell'Italia si scopre attraverso i cammini dei pellegrini, come la Via Francigena e la Via di Francesco ma anche immergendosi nei calanchi della territori etruschi o tra i paesaggi delle Dolomiti e quelli delle Cinque Terre. Ci si può immergere nel tesoro barocco della Sicilia e nei panorami mozzafiato della Costiera Amalfitana, luoghi da vivere e non solo da vedere, attraverso esperienze culturali, spesso guidati in angoli nascosti da chi appunto li “vive” da generazioni. Sono questi gli ingredienti comuni ai 30 itinerari che si potranno fare in Italia guidati da National Geographic Expeditions e Kel 12, una novità firmata da due nomi che hanno fatto la storia delle spedizioni in ogni angolo del mondo.

Piccole spedizioni in Italia sule tracce della storia e della bellezza

Piccole spedizioni in Italia sule tracce della storia e della bellezza

Photogallery8 foto

Visualizza

Esperienze itineranti da nord a sud del Paese
Dalla questa collaborazione sono nate nuove esperienze di viaggio, partendo dall'idea di un Italia come un museo diffuso da scoprire con lentezza e curiosità. I 30 itinerari, a seconda del tipo, si possono fare dai 4 ai 7 giorni, da nord a sud dell'Italia, pensati come veri percorsi culturali, caratterizzati da autenticità e sostenibilità. Che sia una visita a porte chiuse in chiese e palazzi solitamente non aperti oppure l'incontro con artigiani di Napoli o un tour in una scuola di moda di Firenze oppure una visita privata nella Casa natale di Puccini a Lucca, o un trekking lungo i sentieri della Grande Guerra con una guida alpina tutti sono accomunati da tre ingredienti: passione per la natura, avventura e scelte eco. L'arte e la storia (ma anche la musica) sono protagoniste: dal Barocco e la Valle dei Templi in Sicilia al volto contemporaneo di Venezia, nei giorni della Biennale d'Arte, passando per Roma e i luoghi della “Grande Bellezza” di Sorrentino e i tesori segreti delle Case museo di Milano.

Piccole spedizioni in luoghi del cuore
Il fiore all'occhiello dell'iniziativa sono le “Land Expeditions”. Tour culturali in compagnia degli esperti, storici dell'arte e guide locali capaci di scovare la bellezza dietro l'angolo e appassionare con racconti ricchi di dettagli preziosi. Spiccano fra le proposte anche le “Active Expeditions”, dedicate agli sportivi che potranno cimentarsi in un trekking sulle Cime di Lavaredo oppure sui vulcani siciliani. Per gli amanti delle due ruote ci sono gli itinerari in mountain bike con vista sul mare della Sardegna. E chi vuol fare una scelta veramente eco la prossima estate potrà essere protagonista insieme a Sentinelle del Mare di un progetto per la salvaguardia dell'ambiente marino e la consapevolezza ambientale. Nello specifico, l'iniziativa punta al monitoraggio della biodiversità marina coinvolgendo i cittadini ed i turisti in diverse località costiere d'Italia. Si parte dalla Liguria e si raccoglieranno i dati sullo stato di biodiversità del mare a bordo di Dream 1. Insomma, mentre si naviga, incontri, presentazioni ed escursioni in mare animeranno il programma, coniugando attività di ricerca scientifica ed intrattenimento. Le schede preparate dagli ospiti serviranno ai ricercatori dell'Università di Bologna (a bordo ci sarà almeno un biologo marino) per confrontare i dati con quelli raccolti negli anni precedenti e verificare se ci sono stati cambiamenti. E poi alcune “Family Expeditions”, esperienze di conoscenza da fare in famiglia come quelle nel verde Abruzzo dove si percorrono i sentieri degli orsi e degli altri animali. Infine, forse le più legate al mondo “National Geographic” sono le “Photography Expeditions”: viaggi per chi condivide una passione con fotografi professionisti in luoghi particolarmente suggestivi, come Matera, la Città dei Sassi.

Avventure per scoprire l’altro
National Geographic Expeditions (nata nel 1999) si basa sui medesimi principi che, 130 anni fa, diedero vita alla National Geographic Society: ispirare la diffusione della conoscenza, celebrare l'ingegno umano e la scoperta continua. L’origine di Kel 12 rimanda invece alle leggendarie Kel, le tribù dei Tuareg nel Sahara che pare siano 11. Nel 1978 ispirandosi proprio agli Uomini Blu del Sahara nasceva Kel 12, con l’intento dei pionieri di aprire vie, tracciare sentieri in un deserto africano allora sconosciuto. Oggi, quarant'anni dopo, la filosofia è sempre la stessa: proporre viaggi etici e sostenibili, incontri con la natura, la storia, l'arte. E, soprattutto, con le persone, l'altro, il diverso: da conoscere e rispettare.

    Brand connect

    Loading...

    Newsletter

    Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

    Iscriviti
    Loading...