Speciali in evidenza
Speciale Smau
Speciale ambiente
Speciale scuola
Speciale Auto
Un anno di rincari
Speciale mutui
Voli low cost
Speciale ETF
Studi di settore
Risparmio energetico
Auto & fisco
Navigatori GPS
Musica Mp3
Guida alle facoltà
Come risparmiare
XV Legislatura
shopping 24

Servizi

Il Sole Mobile

Servizi Ricerca

Attualità ed Esteri

ARCHIVIO »

8 dicembre 2005

Via Lima, l'immobile dalle uova d'oro

di Vincenzo Chierchiae Carlo Festa

Tra le operazioni nel mirino delle Procure di Roma e di Milano ci sono i vorticosi trasferimenti di proprietà dell'immobile di Via Lima 51 a Roma - dalla singolare capacità di moltiplicare il valore e generare liquidità - e una transazione immobiliare abbozzata ma mai perfezionata.

La fronda a Billè in Confcommercio è scaturita dalle polemiche sulla crescita esponenziale del valore del cespite e sull'assenza di informazioni ufficiali da parte del presidente.
Il passaggio del palazzo a Confcommercio sarebbe dovuto avvenire al prezzo di 60 milioni di euro, quindi con una differenza elevata - anche considerando la ristrutturazione dell'immobile - rispetto ai 12 milioni ai quali era stato acquistato pochi mesi prima (a fine 2004) da Stefano Ricucci. Per l'acquisto sono stati versati come acconto 39 milioni di euro (da un conto privato di Banca Esperia riferito a Billè), prima tranche del pagamento complessivo. Destinataria la Garlsson dello stesso Ricucci, finanziaria delle Isole vergini britanniche che sarebbe stata utilizzata nelle operazioni finanziarie connesse alle scalate su Antonveneta e Rcs. La ricostruzione dei passaggi di proprietà dell'immobile mostra un giro vorticoso dal 2000 a oggi con la presenza degli stessi protagonisti della scalata su Antonveneta: cioè Ricucci, Emilio Gnutti e Gianpiero Fiorani. Nel 2000 Via Lima 51 faceva infatti capo alla Etablissement Filos, che l'aveva comprato per quasi 12 miliardi di lire (circa 6 milioni di euro) da Assitalia: la Etablissement Filos era controllata dalla lussemburghese Raneda.
Quest'ultima ha avuto tra gli amministratori Luigi Gargiulo, direttore finanziario della Magiste, e Francesco Bellocchi, socio in affari, in passato, dello stesso Ricucci.
La storia dell'immobile di via Lima continua nel dicembre 2000: il palazzo viene ceduto alla Magiste Spa. Ma quattro mesi dopo cambia ancora il padrone: questa volta è la bresciana Immobiliare Il Corso, società della galassia di Gnutti, cioè Hopa e Fingruppo. Ma il palazzo di Via Lima resta poco nel portafoglio del gruppo di Corso Zanardelli, visto che, nel frattempo, la Immobiliare Il Corso cambia gli azionisti. Nel 2002 unico socio è Bipielle Real Estate. Il 29 dicembre 2004 il palazzo di Via Lima viene trasferito dalla Immobiliare Il Corso di Lodi alla Magiste Real estate e ritorna quindi a Ricucci. Prezzo pagato: 12 milioni di euro. Billè entra in scena in febbraio, con il contratto preliminare d'acquisto e i 39 milioni versati come acconto e finiti - secondo i giudici di Milano - alla Garlsson, finanziaria lussemburghese di Ricucci.
Ma la storia di Via Lima 51 non finisce qui, perché il 22 marzo la Magiste real estate ha venduto alla Magiste real estate property l'immobile di Via Lima 51 per 42 milioni (35 milioni più 7 milioni di Iva, mentre a Confcommercio sarebbe costato 60 milioni). Inoltre il 10 marzo 2005 la Magiste real estate aveva provveduto a iscrivere sull'immobile una ipoteca di 42 milioni di euro a fronte di un mutuo da 21 milioni (triennale) concesso alla Magiste real estate property dalla Eurohypo Aktiengesellshaft (tra i soci di riferimento ci sono Deutsche bank, Commerzbank e Dresdner). Una seconda ipoteca per 14 milioni risulta iscritta sempre sullo stesso immobile dalla Magiste real estate per 14 milioni di euro a garanzia di un mutuo (tre anni) di 7 milioni concesso sempre da Eurohypo alla Magistre real estate property.
L'interesse degli inquirenti è stato poi attratto anche dal fatto che dal «fondo del presidente», in primavera, sarebbero stati utilizzati 3 milioni di euro per un investimento in azioni Rcs (al centro della scalata di Ricucci) seguito da un successivo disinvestimento nel giro di qualche settimana, tanto che, come avrebbe riferito lo stesso Billè nel corso di una riunione del vertice Confcommercio in settembre, l'iniziativa avrebbe generato una plusvalenza di 450mila euro in poco tempo. Altri investimenti sarebbero stati indirizzati verso titoli Bnl e fondi Mediobanca. Una parte consistente del «fondo del presidente» sarebbe poi custodita e investita da Banca Esperia.
Secondo la banca dati delle Camere di commercio, Billè risulta alla guida di tre società immobiliari che fanno capo a Confcommercio, mentre sarebbe al tempo stesso titolare di quote azionarie di alcune società (ristorazione e immobiliari) per poco meno di 127mila euro in totale.



 

Suggerimenti

>Info quotazioni

A richiesta, via sms, la quotazione istantanea e in tempo reale del titolo che ti interessa

>Flash news

Scarica il programma gratuito, e ricevi sul tuo desktop le ultimissime notizie di economia e finanza

News

champions

L'Inter (2-1a Mosca) brava e fortunata: ribalta il risultato e vince

auto

Rimandato il lancio della «Panda cinese» per la causa con la Fiat

expo 2015

Luci sui progetti che fanno bella Milano: l'omaggio agli ospiti di Expo 2015

anniversari

Novant'anni fa la battaglia di Caporetto, madre di tutte le batoste

computer

Asus: così il notebook diventa ultraleggero

prospettive

Il presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca (Stefano Capra / Imagoeconomica)

Turismo a Roma, invia le tue domande per il forum di mercoledì

GIAPPONE

La palazzina del Progetto Sofie sottoposta all'esperimento anti-sismico

Terremoto del settimo grado della scala Richter, ma la casa in legno fatta nel Trentino resiste

iniziative

L'appello di Nòva24: il Governo rilancia sul 5 per mille

CASA24

Comprare casa senza agenzia
I consigli per risparmiare nell'acquisto della casa trattando direttamente tra privati

viaggi24

Singapore. Dove tutto è possibile
Viaggio in una delle capitali mondiali dello shopping e del commercio.

In Evidenza

CRIBIS.it
Informazioni per decidere con chi fare o non fare business, in Italia e nel mondo.

Concorsi ed esami
Visita la sezione concorsi ed esami, troverai un'aggiornata rassegna di concorsi e offerte di lavoro nel pubblico impiego

5° Annual Economia & Finanza
Nel tradizionale appuntamento organizzato dal Sole 24 ORE, alcuni dei maggiori esperti affronteranno il tema: MiFID, Compliance e Competitività. Milano, 18 ottobre - Per iscrizioni, cliccare qui .

Il Sole 24 Ore FINANZA
Scopri l'offerta professionale di prodotti e servizi per chi opera sui mercati.

Scarica il gadget del Sole 24 ORE per Windows Vista
Il Sole 24 ORE porta sul tuo desktop le news di economia e attualità e l'andamento della Borsa.

Pubblicità