ILSOLE24ORE.COM > Notizie Economia e Lavoro ARCHIVIO

Manganelli: in Italia non esiste certezza della pena

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
30 maggio 2008

Una «situazione vergognosa»: per il prefetto Antonio Manganelli, capo del Dipartimenti di Pubblica sicurezza, la certezza della pena «è quanto di più incerto esista». Siamo arrivati, sostiene Manganelli, alla fase di «un vero indulto quotidiano». Uno scenario che certifica «l'assoluta inutilità della risposta dello Stato e la vanificazione degli sforzi della magistratura e delle Forze di polizia».
È il primo atto del capo della Polizia davanti al nuovo Parlamento e si svolge davanti alla commissione Affari costituzionali del Senato. Sembra un vero e proprio sfogo, quello del prefetto, quando parla di una situazione «che viviamo tutti i giorni». E ricorda il caso frequente dell'arresto e dei controlli sull'incriminato: con la scoperta, molto probabile, che l'interessato è stato già fermato negli ultimi sei mesi «altre tre o quattro volte per lo stesso tipo di reato».
Non è più rosea la lotta contro gli immigrati irregolari. «Dal 1 gennaio a oggi, le forze dell'ordine hanno fermato oltre 10.500 clandestini per i quali hanno ritenuto di avviare le procedure di espulsione. Solo 2.400 di costoro hanno trovato posto nei centri di permanenza; gli altri 8mila – sottolinea – hanno di fatto ottenuto un "perdono sul campo" e gli è stato consegnato un foglio di via, che equivale a un niente».
Nel 2007, del resto, non è andata diversamente: «Abbiamo fermati 33.897 immigrati clandestini che dovevano essere avviati ai Cpt e per i quali dovevano essere avviate le procedure di espulsione. Abbiamo trovato posto solo per 6.366 persone. 27mila sono stati destinatari di un foglio di via, naturalmente non accolto nella stragrande maggioranza dei casi».
Senza dimenticare che il 30% dei reati di criminalità diffusa, ha fatto presente Manganelli, sono commessi da immigrati clandestini. E gli sbarchi rappresentano solo il 10% del fenomeno, mentre il 60-70% della popolazione clandestina italiana è rappresentato da chi entra regolarmente con visti turistici e poi rimane sul territorio.
Ma la «madre di tutte le soluzioni» per contrastare il fenomeno clandestini in Italia è quella di stipulare accordi bilaterali con i Paesi di provenienza. È anche «assolutamente opportuno», dice il prefetto, un adeguamento numerico dei Cpt, come prevede il pacchetto-sicurezza, «anche se richiederà risorse e tempo».
Così come è «assolutamente insufficiente» il periodo di permanenza di 60 giorni, al massimo, per gli stranieri trattenuti nei centri: occorre aumentarlo – il pacchetto prevede fino a 18 mesi – per svolgere le procedure di identificazione ed espulsione con «un lavoro rigoroso». E al capo della Polizia non sfugge neanche il decreto, che fa parte dell'intervento governativo sulla sicurezza, in materia di asilo: «Tutti - ha affermato - hanno il diritto di richiedere asilo, ma occorre evitare un uso strumentale di queste richieste».
L'audizione è stata accolta da un coro bipartisan di approvazione. Scende in campo il segretario del Partito democratico, Walter Veltroni: «Manganelli parla della fatica di fare gli arresti. La certezza della pena è centrale come garanzia di sicurezza, altro che ronde. Ed è anche ciò che motiva – rileva Veltroni – il sacrificio delle forze dell'ordine».
Commenta Fabrizio Cicchitto, capogruppo del Pdl a Montecitorio: «L'analisi di Antonio Manganelli è impietosa e smentisce la vulgata costruita dalla sinistra che cerca di accreditare il fenomeno della crescente criminalità all'amplificazione dei media. Il quadro preoccupante che ha fatto, dati alla mano, il capo della polizia dà ragione – sottolinea Cicchitto – ai cittadini che oggi chiedono certezze in materia di sicurezza».
(M. Lud.)

RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio
L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER   
Effettua il login o avvia la registrazione.


 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
6 maggio 2010
6 maggio 2010
6 maggio 2010
6 aprile 2010
6 maggio 2010
 
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-