ILSOLE24ORE.COM > Notizie Economia e Lavoro ARCHIVIO

Il caro-petrolio fa salire i prezzi alla produzione (+8,2%)

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
30 luglio 2008

Forte aumento dei prezzi alla produzione dei prodotti industriali nel mese di giugno. L'indice Istat ha registra una crescita dell'8,2%, su base annua, il più alto dal gennaio 2003 (base 2000 dell'indice). L'aumento rispetto a maggio è invece del +0,8%. Calcolata al netto dell'energia, la variazione mensile è dello 0,5%, mentre rispetto a giugno 2007 è stata del 4,2%. La componente energetica, spiega l'Istituto, spinge in maniera determinante l'indice sia su base annua che su base mensile, ma a differenza dei mesi precedenti la spinta è data più da gas ed energia elettrica che dai prodotti petroliferi. Importante, sottolinea l'Istat, anche il contributo dei metalli e prodotti in metallo.
Negli ultimi dodici mesi, l'Istituto evidenzia una crescita dei prezzi alla produzione del 5%; mentre nel primo semestre 2008, rispetto allo stesso periodo 2007, la variazione è del +6,7%.

Bolletta energetica più cara del 23,8%
Considerando i diversi raggruppamenti di industrie, su base annua, gli aumenti più significativi sono stati registrati dall'energia (+23,8%), dai beni intermedi (+4,6%), dai beni di consumo con +4,4% (+2,9 beni durevoli e +4,6 beni non durevoli), dai beni strumentali (+3,1%). Se si considerano i vari settori di attivià economica, prosegue l'Istat, rispetto a giugno scorso, sono aumentati soprattutto i prezzi alla produzione dei prodotti petroliferi raffinati (+32,4%), dell'energia elettrica, gas ed acqua (+17,0%), dei prodotti delle miniere e delle cave (+10,7%) e dei prodotti alimentari, bevande e tabacco (+10,4%). Da segnalare, l'unica variazione negativa su base annua riscontrata nel settore del cuoio e prodotti in cuoio (-0,8%).
Su base mensile, le variazioni degli indici dei prezzi registrate a giugno sono del 2% per il settore energia, dello 0,5% per i beni intermedi, dello 0,4% per i beni strumentali e dello 0,3% per i beni di consumo. Considerando i diversi settori di attività economica, aumenta soprattutto il settore energia elettrica, gas ed acqua (+3,7%), quello dei metalli e prodotti in metallo (+1,5%), i mezzi di trasporto (+0,8%) e i prodotti alimentari, bevande e tabacco (+0,5%). La crescita dell'indice su base mensile dello 0,8% generale è da attribuire, affermano gli esperti Istat, per circa il 50% al contributo di energia gas e acqua.

RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio
L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER   
Effettua il login o avvia la registrazione.


 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
6 maggio 2010
6 maggio 2010
6 maggio 2010
6 aprile 2010
6 maggio 2010
 
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-