ILSOLE24ORE.COM > Notizie Norme e Tributi ARCHIVIO

DIRITTO E IMPRESA Osservatorio Ceradi-LuissA CURA DI Valeria Panzironi

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
Domenica 18 Aprile 2010

di Giuseppe Napoli e Pierluigi Fiorentino L'entrata in vigore delle norme sulla territorialità Iva sta creando qualche difficoltà al settore del turismo. Le agenzie di viaggi intermediarie operano usualmente in un'ampia gamma di attività diverse, tra le quali assumono particolare rilevanza le prenotazioni di servizi alberghieri, di autonoleggio, e la biglietteria per il trasporto. Si tratta di prestazioni di intermediazione eseguite dalle agenzie di viaggi in nome e per conto dei clienti, nei cui confronti l'agente si pone come un vero e proprio consulente, che sempre più è chiamato a competere con altri operatori economici nel canale della distribuzione, e quindi impegnato a svolgere una quantità crescente di lavoro per ogni singola operazione.
In particolare, per le prenotazioni alberghiere, l'hotel generalmente riconosce all'agenzia di viaggi una provvigione per l'attività di intermediazione svolta, e in questa ipotesi si rende applicabile la regola generale stabilita dall'articolo 44 della direttiva 2006/112/Ce, secondo la nuova formulazione della direttiva 2008/8/Ce, vale a dire il luogo delle prestazioni di servizi rese a un soggetto passivo è il luogo in cui il committente ha fissato la propria sede. Pertanto, se per le provvigioni corrisposte da hotel in Italia gli agenti dovranno continuare a emettere una fattura con Iva al 20%, al contrario, quando l'hotel ha sede in un altro Stato Ue, l'operazione sarà fatturata dall'agenzia senza applicazione dell'Iva, in base al nuovo disposto dell'articolo 7-ter, comma 1, lettera a) del Dpr 633/72, e il committente applicherà il metodo del reverse charge. Queste operazioni dovranno essere indicate nei nuovi elenchi riepilogativi Intrastat, che ora riguardano anche le prestazioni di servizi resi a soggetti passivi stabiliti in altro Stato Ue.
Un'altra novità concerne la periodicità di presentazione degli elenchi, non più annuale, ma trimestrale per ammontari non superiori a 50mila euro, ovvero mensile. Nel caso in esame si tratta molto spesso di importi di provvigioni modesti e, tuttavia, tali da obbligare l'agenzia di viaggi a presentare gli elenchi almeno quattro volte l'anno. È andata meglio, invece, all'attività di organizzazione di pacchetti e servizi turistici, disciplinata, ai fini Iva, dall'articolo 74-ter, del Dpr 633/72 e dal Dm 340/1999. Questa normativa, prevedendo che le operazioni eseguite dalle agenzie di viaggi per l'organizzazione di pacchetti e servizi turistici, verso il pagamento di un corrispettivo globale, siano considerate come una prestazione di servizi unica, continua a derogare alle nuove disposizioni comunitarie, poiché l'Iva sul margine realizzato dall'agenzia di viaggi è versata allo Stato di residenza dell'agenzia stessa. Pertanto queste operazioni, anche se compiute da o nei confronti di soggetti passivi stabiliti in un altro Stato membro, non vanno inserite negli elenchi riepilogativi delle operazioni intracomunitarie, come affermato dall'articolo 5 del decreto 22 febbraio 2010 del ministro dell'Economia, dove, infatti, risultano escluse dagli elenchi le operazioni per le quali non è dovuta l'imposta nello Stato membro in cui è stabilito il committente. In questo caso, l'imposta sul margine dei servizi turistici usufruiti in ambito comunitario è sempre dovuta dall'agenzia di viaggi organizzatrice, vale a dire dal prestatore, e non dal committente. A ulteriore conferma di questa impostazione, si richiama l'esplicita esclusione dagli elenchi delle operazioni effettuate per servizi di cui agli articoli 7-quater e 7-quinquies del Dpr 633/72, tra le quali rientrano, appunto, le prestazioni principali che usualmente compongono un pacchetto turistico, in sostanza il trasporto passeggeri, la fornitura di alloggio e la ristorazione.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 18 Aprile 2010
RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio


L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER
Effettua il login o avvia la registrazione.
 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
22 maggio 2010
21 maggio 2010
21 maggio 2010
20 maggio 2010
20 aprile 2010
 
Gli esperti del ministero rispondono a tutti i dubbi sugli incentivi
La liquidazione: rimborsi e debiti
I redditi da dichiarare
La salute e gli altri sconti
La famiglia e la casa
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-