Speciali in evidenza
Speciale Smau
Speciale ambiente
Speciale scuola
Speciale Auto
Un anno di rincari
Speciale mutui
Voli low cost
Speciale ETF
Studi di settore
Risparmio energetico
Auto & fisco
Navigatori GPS
Musica Mp3
Guida alle facoltà
Come risparmiare
XV Legislatura
shopping 24

Servizi

Il Sole Mobile

Servizi Ricerca

Finanza e mercati

ARCHIVIO »

9 gennaio 2006

Polemica Campaini-Poletti sul futuro di Unipol

Al.An.

Appare ancora profondamente diviso il mondo della cooperazione che fa riferimento alla Legacoop e la ragione del contendere resta la profonda diversità di vedute tra l'anima toscana e quella emiliana sul destino della scalata di Unipol, controllata dalle coop "rosse", alla Banca nazionale del lavoro (Bnl).
Da una parte Turiddo Campaini, neopresidente di Finsoe (holding che controlla Unipol) e numero uno di Unicoop Firenze, che non nasconde di preferire per la compagnia di assicurazioni bolognese una strategia di alleanza con la Banca Monte dei Paschi di Siena, da decidere comunque non prima dell'atteso (in settimana) verdetto della Banca d'Italia sull'Opa Unipol-Bnl: per il movimento cooperativo, ha sotenuto Campaini, sarebbe importante se si arrivasse a «una sinergia operativa a una concretezza di scelte strategiche tra Bmps e Unipol».

Sulla sponda opposta del fiume si è schierato Giuliano Poletti, presidente della Lega delle Cooperative: «Mi auguro - ha spiegato Poletti durante la trasmissione "Porta a Porta" - che le autorità diano parere positivo all'Opa, visto che quarantasei cooperative hanno già espresso (attraverso la partecipazione all'aumento di capitale con 800 milioni di euro sonanti, ndr) il loro consenso» all'offerta di Unipol su Bnl. Poletti ha preso decisamente le distanze dalla gestione Consorte-Sacchetti (i due manager indagati per lo scandalo Antonveneta) ed ha risposto in maniera eloquente a una domanda sull'ipotesi che il cda di Via Stalingrado di lunedì pomeriggio decida per un'azione di responsabilità nei confronti dell'ex presidente:«È naturale e considererei doveroso che il consiglio di amministrazione di Unipol agisse in questo senso».

Considerazioni su Consorte e plusvalenze milionarie a parte, sulle strategie a venire gli auspici restano quindi decisamente differenti e ribadiscono l'esistenza di due anime ben definite - i cui rapporti di forza sono in piena fase di test con il valzer delle poltrone ancora in corso -all'interno della galassia delle coop storicamente più vicine alla sinistra: una più conservatrice e localista, quella che fa capo a Rocca Salimbeni (la Bmps, controllata dalla fondazione a guida diessina con base a Siena che non accetta ordini dal Botteghino, ovvero dalla segreteria nazionale), e l'altra, quella emiliano-romagnola, più decisa a rivendicare un ruolo di primo piano nell'economia nazionale e pronta a crescere anche grazie alla finanza d'assalto. Dopo la caduta di Giovanni Consorte, ex padre padrone di Unipol (rapidamente rimpiazzato da Pierluigi Stefanin, presidente della finanziaria Holmo), si gioca con questo braccio di ferro il futuro di un movimento che raccoglie 7,5 milioni di soci e produce il 10% della ricchezza del Paese.

Nella conferenza stampa di lunedì mattina, 9 gennaio, Campaini ha dichiarato che le coop toscane erano contrarie alla scalata a Bnl da tempi non sospetti e il nodo era il modello di guida della compagnia assicurativa bolognese. «Dove non ci trovavamo d'accordo era nella governance: è stato proprio questo l'elemento di fondo per il quale Unicoop Firenze non ha aderito all'aumento di capitale necessario all'Opa. Non siamo mai stati disposti a delegare a nessuno su questo terreno: la cooperativa è qualcosa di collegiale dove, alla fine, si deve verificare ciò che è stato fatto». I decisionismi di Consorte? Un pericoloso «virus dell'omologazione» in un «corpo sano». Le dimissioni del numero uno di Unipol e del vice Sacchetti dimostrano «che il virus è stato combattuto con una terapia d'urto fortissima». Virus che peraltro lo stesso Campaini non ha mancato di classificare come «un ottimo» manager: «A Consorte ho sempre detto che se avessi un'azienda come Unipol ti prenderei come manager; ma il padrone vorrei restare io, e ti ci terrei fin quando fai quello che dico io». Quanto alla scelta del nuovo amministratore delegato di Unipol è questione di settimane (il ruolo della presidenza sarà separato da quello della gestione operativa) ed ha anche annunciato, tra l'altro, un crescente impegno di Unicoop in Monte dei Paschi, dove possiede già una quota del 2,4 per cento. Tornando sulle polemiche delle ultime settimane, legate alle indagini della magistratura che hanno travolto i vertici dell'Unipol,

Il presidente di Finsoe e Unicoop Firenze non ha risparmiato una replica al presidente di Confindustria. «Le cooperative - ha dichiarato Luca Cordero di Montezemolo all'Università di Torino in occasione dell'apertura dell'Anno accademico - per essere tali devono fare il mestiere per cui sono costituite: chi fa supermercati cresca nei supermercati, chi opera in agricoltura in agricoltura, il credito cooperativo nel credito cooperativo». Risposta di Campaini: «Montezemolo perda una quarto d'ora del suo tempo, venga a verificare i dati imprenditoriali della più grande cooperativa di consumo, verifichi gli elementi di solidarietà concreta, l'attenzione al socio consumatore per farsi l'idea se il movimento cooperativo ha la legittimità o meno a svolgere certi ruoli. Bisogna sfatare un luogo comune: non sono le dimensioni di una cooperativa che ne garantiscono l'autenticità».



 

Suggerimenti

>Info quotazioni

A richiesta, via sms, la quotazione istantanea e in tempo reale del titolo che ti interessa

>Flash news

Scarica il programma gratuito, e ricevi sul tuo desktop le ultimissime notizie di economia e finanza

News

champions

L'Inter (2-1a Mosca) brava e fortunata: ribalta il risultato e vince

auto

Rimandato il lancio della «Panda cinese» per la causa con la Fiat

expo 2015

Luci sui progetti che fanno bella Milano: l'omaggio agli ospiti di Expo 2015

anniversari

Novant'anni fa la battaglia di Caporetto, madre di tutte le batoste

computer

Asus: così il notebook diventa ultraleggero

prospettive

Il presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca (Stefano Capra / Imagoeconomica)

Turismo a Roma, invia le tue domande per il forum di mercoledì

GIAPPONE

La palazzina del Progetto Sofie sottoposta all'esperimento anti-sismico

Terremoto del settimo grado della scala Richter, ma la casa in legno fatta nel Trentino resiste

iniziative

L'appello di Nòva24: il Governo rilancia sul 5 per mille

viaggi24

Singapore. Dove tutto è possibile
Viaggio in una delle capitali mondiali dello shopping e del commercio.

CASA24

Comprare casa senza agenzia
I consigli per risparmiare nell'acquisto della casa trattando direttamente tra privati

In Evidenza

CRIBIS.it
Informazioni per decidere con chi fare o non fare business, in Italia e nel mondo.

5° Annual Economia & Finanza
Nel tradizionale appuntamento organizzato dal Sole 24 ORE, alcuni dei maggiori esperti affronteranno il tema: MiFID, Compliance e Competitività. Milano, 18 ottobre - Per iscrizioni, cliccare qui .

Il Sole 24 Ore FINANZA
Scopri l'offerta professionale di prodotti e servizi per chi opera sui mercati.

A Natale un regalo diverso?
AMREF presenta alle aziende tante idee per un Natale solidale con l'Africa da regalare a clienti, fornitori, dipendenti e amici.

Scarica il gadget del Sole 24 ORE per Windows Vista
Il Sole 24 ORE porta sul tuo desktop le news di economia e attualità e l'andamento della Borsa.

Le tue foto su Casa24
Un angolo accogliente, un mobile insolito, un ambiente particolare: inviaci le foto della tua casa, le più belle saranno pubblicate sul sito.

Pubblicità