ILSOLE24ORE.COM > Notizie Finanza e Mercati ARCHIVIO

Motorola accetta l'offerta Reply
per il centro di Torino

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
26 gennaio 2009

«La Motorola ha accettato l'offerta di Reply per quanto riguarda la cessione del centro ricerche di Torino». L'annuncio è stato dato dalla presidente della Regione Piemonte Mercedes Bresso e dall'assessore regionale all'innovazione della Regione Piemonte, Andrea Bairati.

«Il piano dell'acquirente potenziale - ha spiegato Bairati - dovrà ora essere sottoposto alla valutazione dei sindacati. Un processo che deve concludersi entro la giornata odierna poiché in caso di mancata intesa da domani partiranno le lettere di mobilità per i 320 ingegneri occupati nel centro». Bairati ha poi precisato che invece «non è ancora chiuso l'accordo sul finanziamento pubblico per questo stiamo lavorando come regione con il ministero per costruire un quadro finanziario pubblico sostenibile».

Reply
è una società attiva nell'Ict con sedi a Torino, Milano, Roma, in Germania e in Inghilterra. Il gruppo è quotato a Piazza Affari, è radicato nella realtà piemontese ed ha un fatturato 2008 di circa 330 milioni euro con un margine operativo lordo di oltre i 45 milioni. In corsa c'era anche la triestina Telit (azienda italo-israeliana presieduta da Chicco Testa e listata all'Aim di Londra, fatturato annuo circa 60 milioni), ma Reply - che chiede tuttavia delle garanzie pubbliche sull'operazione - sarebbe stata preferita, soprattutto dalle autorità locali, per la sua presenza più che decennale sul territorio di Torino.

Dal canto loro i sindacati intenderebbero chiedere garanzie precise: mantenimento a Torino della sede, nessun ricorso alla cassa integrazione, salvaguardia dei livelli contrattuali, normativi e reddituali attuali e un piano industriale che dia garanzie di lavoro per almeno tre anni. A queste condizioni verrebbe firmata l'intesa sindacale con la nuova azienda, che usufruirebbe dei fondi che la Motorola altrimenti darebbe come incentivi ai lavoratori.

L'accordo, ha riferito Bresso, comporterà per la Reply un investimento complessivo sui 70-80 milioni di euro. Una ventina dovrebbero però arrivare da un finanziamento pubblico legato a un impegno triennale per la ricerca a Torino. «La Regione Piemonte - ha detto la presidente regionale - ha già deciso di mettere a disposizione dieci milioni, vincolati a un programma triennale di ricerca. E anche il ministro Claudio Scajola, con il quale ci siamo confrontati nel fine settimana, sta esaminando come modulare l'intervento del governo».

RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio
L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER   
Effettua il login o avvia la registrazione.