ILSOLE24ORE.COM > Notizie Finanza e Mercati ARCHIVIO

Enel cede 80% di Rete Gas a F2I e Axa

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
29 maggio 2009

Enel ha stipulato l'accordo per la cessione a F2i, il fondo guidato da Vito Gamberale, e Axa Private Equity dell'80% di Enel Rete Gas per 480 milioni di euro. L'esecuzione dell'accordo, si legge in una nota, è subordinata alle autorizzazioni di Antitrust, Autorità per l'Energia e alla sottoscrizione di un contratto di finanziamento tra Enel Rete Gas e un pool di banche. È un'operazione, spiega Enel, «che rientra nel programma di ottimizzazione del portafoglio partecipazioni del gruppo, valorizza Enel Rete Gas alla Rab (Regulated Asset Base) corrente e consente di ridurre l'indebitamento finanziario netto consolidato di oltre 1,2 miliardi di euro, tenuto conto del deconsolidamento del debito di Enel Rete Gas».

Enel Rete Gas è la società del gruppo che opera nella distribuzione di gas naturale in Italia, con una quota di mercato di circa il 12% in termini di gas distribuito, oltre 2 milioni di utenti connessi alla propria rete e circa 3,6 miliardi di metri cubi di gas distribuito a oltre 1.200 comuni nel 2008. Nel 2008 i ricavi totali di Enel Rete Gas sono stati pari a 307,1 milioni, il risultato operativo di 63,4 milioni e l'utile netto 17,3 milioni di euro.

L'accordo, spiega una nota, prevede che prima del closing Enel Rete Gas distribuisca dividendi e riserve a favore di Enel Distribuzione per un ammontare di circa 245 milioni di euro. Il corrispettivo per la cessione verrà versato in due rate (la prima al closing la seconda entro fine anno) pari a 240 milioni di euro ciascuna, finanziate per 170 milioni di euro facendo ricorso a mezzi propri degli offerenti e per 70 milioni di euro tramite i proventi di un finanziamento erogato agli offerenti da parte di Enel con scadenza 2017 e tasso di interesse pari all'8,25% annuo.

Enel Distribuzione avrà un'opzione di riacquisto a partire dal 2014 e fino al 2018. Tale call option potrà essere esercitata a un prezzo che terrà conto del fair market value della partecipazione in questione. Terminato il periodo di lock up le parti valuteranno l'opportunità di quotare in borsa le azioni di Enel Rete Gas. Il perfezionamento dell'operazione è previsto per l'estate.

«Questa operazione rappresenta un ulteriore passo in avanti nell'annunciato programma di ottimizzazione del portafoglio di attività - ha commentato l'ad Fulvio Conti -.Insieme ad altre operazioni in corso, come in particolare l'aumento di capitale, consente a Enel di ridurre il livello di leva finanziaria, consolidando la posizione di leadership nel settore dell'energia a livello mondiale conquistata con il completamento dell'acquisizione di Endesa».

«Il settore richiede investimenti considerevoli e questa transazione è un esempio eccellente di cooperazione tra un primario partner industriale ed investitori istituzionali di lungo termine» hanno commentato Vito Gamberale per F21 e Mathias Burghardt per Axa Private Equity

29 maggio 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA
RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio
L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER   
Effettua il login o avvia la registrazione.