ILSOLE24ORE.COM > Notizie Finanza e Mercati ARCHIVIO

Telecom: Antitrust Argentina
dà un anno per cessione asset

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
27 agosto 2009


Telecom Italia deve lasciare entro un anno Telecom Argentina per evitare un monopolio nel settore delle tlc del Paese sudamericano. Lo ha deciso la Cndc, l'Antitrust argentino, secondo cui l'ingresso nel 2007 degli spagnoli di Telefonica nel capitale di Telecom Argentina, indirettamente attraverso Telecom Italia, è lesivo alla concorrenza. Si tratta di una decisione che non arriva inattesa, ma che inevitabilmente imprimerà una forte accelerazione al dossier argentino del gruppo guidato da Franco Bernabè. La notizia giunta questa mattina da Buenos Aires ha alimentato i guadagni sul titolo Telecom Italia che ha chiuso in rialzo dello 0,72% a 1,126 euro, all'interno di un listino perlopiù negativo (Ftse Mib -0,35%).

L'Antitrust di Buenos Aires ha avviato da tempo un'indagine su una possibile posizione dominante di Telefonica nella telefonia mobile del Paese, vista la contemporanea presenza degli spagnoli in Telefonica Argentina e indirettamente in Telecom Argentina. Telefonica detiene infatti il 42% di Telco, l'azionista di riferimento di Telecom Italia, che a sua volta possiede il 50% di Sofora, la holding che controlla Telecom Argentina. Telecom Italia - si legge nella risoluzione datata 25 agosto e pubblicata nel pomeriggio sul sito Internet della Comision Nacional de Defensa de la Competencia - deve vendere la totalità della partecipazione azionaria che possiede in Sofora «e allo stesso tempo deve cedere tutti gli asset e i diritti su Sofora e sulle sue controllate, incluso l'opzione di acquisto siglata nel 2003 con il gruppo Werthein». Telecom ha un anno di tempo massimo per concludere la cessione del suo 50% in Sofora, precisa l'Antitrust.

Fonti del gruppo italiano citate oggi dal quotidiano La Nacion riferiscono che Telecom farà ricorso contro la decisione dell'Antitrust presso l'organismo arbitrale della Banca Mondiale. Ad ogni modo già lo stesso management aveva ipotizzato nei mesi scorsi la cessione delle proprie quote in Argentina, affidando il mandato a Credit Suisse First Boston. «Il processo è in corso, ma dobbiamo vedere che tipo di condizioni possiamo ottenere per la cessione», aveva detto Bernabè a inizio agosto, nel corso della conference call con gli analisti sui risultati semestrali. Oltre alla famiglia Werthein, che ha in mano l'altro 50% di Sofora, altre due società sarebbero interessate a rilevare la quota in Telecom Argentina: il gruppo Clarin e una partnership tra la Corporacion America del magnate Eduardo Eurnekian e il presidente di Aeropuertos Argentina 2000, Ernesto Gutierrez.

La delibera odierna della Cndc, arriva dopo le decisioni della scorsa primavera di congelare i diritti di voto di Telecom Italia in Telecom Argentina e di vietare l'esercizio dell'opzione call sulle azioni dei Werthein in Sofora.

27 agosto 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA
RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio


L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER   
Effettua il login o avvia la registrazione.