ILSOLE24ORE.COM > Notizie Norme e Tributi ARCHIVIO

Il testamento biologico non sarà «vincolante»

di Nicoletta Cottone

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
26 marzo 2009

Il Senato ha approvato in prima lettura - con 150 voti a favore, 123 contrari e 3 astenuti - il ddl Calabrò sul testamento biologico. Il testo passa ora al vaglio della Camera. Una giornata, quella vissuta oggi a palazzo Madama, all'insegna delle proteste e delle manifestazioni su un testo discusso, contestato, sul quale si sono spaccati gli schieramenti, si sono divise le coscienze. A favore del provvedimento hanno votato Pdl, Lega e Udc, contrari Pd e Idv. In dissenso dal loro gruppo, per ragioni diverse, hanno votato i senatori del Pdl Ferruccio Saro, Lucio Malan, Laura Bianconi, Marcello Pera e Antonio Paravia. Così come in dissenso hanno votato nell'opposizione i senatori del Pd Claudio Gustavino ed Emanuela Baio.

Battaglia sull'eliminazione del carattere vincolante del bio-testamento. Superato ieri fra le polemiche lo scoglio del no alla sospensione di alimentazione e dell'idratazione artificiali - approvato ieri – oggi nuova battaglia sull'eliminazione del carattere vincolante del testamento biologico. L'aula ha, infatti, approvato un emendamento del senatore Antonio Fosson (Udc-Svp-Autonomie) che cambia il primo comma dell'articolo 4, che, per una modifica in commissione voluta dalla maggioranza, stabiliva che le Dichiarazioni anticipate di trattamento «non sono obbligatorie, ma sono vincolanti». L'emendamento approvato in aula sopprime le parole «ma sono vincolanti».

Pd, «è il bacio della morte al testamento biologico». Forti le proteste dai banchi dell'opposizione. Per il senatore del Pd, Ignazio Marino «questo é il bacio della morte alla legge sul testamento biologico, da stamane ufficialmente carta straccia». Rendere non vincolante il testamento biologico, ha commentato Anna Finocchiaro, presidente dei senatori del Pd «é l'imbroglio di questa legge. Gli italiani pensano che con questo provvedimento potranno scegliere se morire naturalmente oppure se chiedere di essere mantenuti in vita artificialmente il più a lungo possibile. E invece non é così, dichiareranno ed esprimeranno una volontà che sarà tradita e potrà essere tradita in ogni momento».

Cartelli Idv: «testamento bio-illogico». Davanti alla telecamera hanno inscenato una protesta i senatori dell'Italia dei valori, con cartelli con la scritta «testamento ideologico», «testamento bio-illogico», «referendum». Ha spiegato il presidente del gruppo Felice Belisario: «si sta approvando una bruttissima legge, che imbroglia gli italiani». L'Italia dei valori proporrà di impugnare la legge con un referendum abrogativo.

Calabrò, il testo nell'essenza non è cambiato. Nella controreplica, il relatore Raffaele Calabrò, ha detto che il «testo nella sua essenza e logica non è mai cambiato. Quando abbiamo scritto che queste Dichiarazioni anticipate di trattamento non sono vincolanti fatto salvo il ruolo del medico. Non sono obbligatorie, punto. Se la medicina è cambiata, avrebbe ragionato con malato, ma ora che il malato non è più cosciente, ragiona con il fiduciario. Si tratta di rendere reali i desideri del paziente, riattualizzati dal medico».

Dat valide per 5 anni. La validità delle dichiarazioni anticipate di trattamento resta di 5 anni, dopo la riformulazione di un emendamento della senatrice del Pdl, Laura Bianconi che originariamente prevedeva di riportare la durata delle Dat a 3 anni. Fra le altre modifiche, per il Pd «la figura del fiduciario è svilita e ridotta al ruolo di un poliziotto». Le Regioni dovranno assicurare assistenza domiciliare per i malati in stato vegetativo persistente.

26 marzo 2009
RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio
L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER
Effettua il login o avvia la registrazione.


 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
22 maggio 2010
21 maggio 2010
21 maggio 2010
20 maggio 2010
20 aprile 2010
 
Gli esperti del ministero rispondono a tutti i dubbi sugli incentivi
La liquidazione: rimborsi e debiti
I redditi da dichiarare
La salute e gli altri sconti
La famiglia e la casa
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-