ILSOLE24ORE.COM > Notizie Norme e Tributi ARCHIVIO

Via alla riforma delle stazioni sperimentali per l'industria

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
23 aprile 2010


Sì del Consiglio dei ministri, in prima lettura, allo schema di decreto legislativo sul riordino delle stazioni sperimentali per l'industria. Lo scopo è quello di facilitare la diffusione dell'innovazione e migliorare la competitività delle imprese, soprattutto quelle medio-piccole. Il decreto legislativo passerà ora all'esame delle competenti commissioni parlamentari, della Conferenza unificata e del Consiglio di Stato. «Il riordino di questi enti pubblici economici di ricerca - ha spiegato il ministro dello Sviluppo economico, Claudio Scajola - altamente qualificati e specializzati e nati con il compito di promuovere la competitività delle imprese attraverso l'attività di trasferimento tecnologico consente alle Stazioni sperimentali di operare in modo più efficace, attraverso miglioramenti nella governace, e ne consolida il ruolo nell'ambito del sistema nazionale dell'innovazione».

Il ministro ha sottolineato che in questo modo alle imprese, soprattutto quelle piccole e medie, viene fornito uno strumento per accrescere la loro competitività attraverso una migliore capacità innovativa. «Si otterrà anche un incremento della loro efficienza - ha spiegato Scajola - e la riduzione dei costi operativi delle strutture. Sarà agevolata la loro partecipazione a bandi nazionali e internazionali per le attività di ricerca e sviluppo precompetitivo».

In tutto sono 8 le Stazioni sperimentali, 4 a Milano e le restanti nelle province di Venezia, Parma, Napoli e Reggio Calabria. Svolgono attività di ricerca industriale e sviluppo precompetitivo; di certificazione di prodotti o di processi produttivi; analisi e controlli; consulenza alle imprese e alle pubbliche amministrazioni; divulgazione, promozione della qualità e supporto alla formazione negli specifici settori produttivi; partecipazione all'attività di normazione tecnica. Operano nei settori industriali della carta, cartoni e paste per carta; oli e grassi; combustibili; conserve alimentari, essenze e i derivati dagli agrumi; vetro; seta e fibre artificiali e sintetiche; pelli e materie concianti. (N.Co.)

23 aprile 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA
RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio


L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER
Effettua il login o avvia la registrazione.
 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
22 maggio 2010
21 maggio 2010
21 maggio 2010
20 maggio 2010
20 aprile 2010
 
Gli esperti del ministero rispondono a tutti i dubbi sugli incentivi
La liquidazione: rimborsi e debiti
I redditi da dichiarare
La salute e gli altri sconti
La famiglia e la casa
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-