Speciali in evidenza
Speciale Smau
Speciale ambiente
Speciale scuola
Speciale Auto
Un anno di rincari
Speciale mutui
Voli low cost
Speciale ETF
Studi di settore
Risparmio energetico
Auto & fisco
Navigatori GPS
Musica Mp3
Guida alle facoltà
Come risparmiare
XV Legislatura
shopping 24

Servizi

Il Sole Mobile

Servizi Ricerca

Cultura e Tempo Libero

ARCHIVIO »

23 luglio 2007

Villafranca del Bierzo-O'Cebreiro

Solo una volta giunti in vetta al Cebreiro (1.330 metri) dove si domina da una parte la verdissima regione del Bierzo e
dall'altra le prime città della Galizia si capisce che il più è fatto. Certo, Santiago dista ancora 150 chilometri. Ma, come dire, la meta è a portata di mano. Per quasi venti chilometri si segue la strada asfaltata che sale al passo. Poi, in nove chilometri si passa da 700 a 1.300 metri. E la salita è di quelle che si fanno sentire. Pioggia e vento non mancano mai. Arrivati in cima sembra di trovarsi non in Spagna ma in un villaggio delle Ebridi con piccole case di pietra e tetti di paglia. Si tratta delle "pallozas" di origine preromanica che sorgono intorno a una chiesa medioevale legata a un miracolo del XIV secolo. Un monaco di scarsa fede disprezzò lo sforzo di un montanaro di un paese vicino che aveva sfidato una tormenta per ascoltare messa al Cebreiro. Al momento dell'Eucaristia, l'ostia si trasformò in carne viva e il vino in sangue. Miracolo convalidato nel 1484 da re Ferdinando e dalla regina Isabella che sostarono al Cebreiro nel loro pellegrinaggio a Compostela e regalarono alla chiesa il reliquiario che ancora contiene le prove del miracolo.

XXI tappa
Villafranca del Bierzo-O'Cebreiro - 30 chilometri - dislivello 800 metri



 
Le Top News del Sole 24 ORE sul telefonino TOP al 48224

Suggerimenti

>Info quotazioni

A richiesta, via sms, la quotazione istantanea e in tempo reale del titolo che ti interessa

>Flash news

Scarica il programma gratuito, e ricevi sul tuo desktop le ultimissime notizie di economia e finanza

News