ILSOLE24ORE.COM > Notizie Sport ARCHIVIO

Niente da fare contro i Pumas: l'Italia del rugby sconfitta 24-6

di Giacomo Bagnasco

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
11 giugno 2007

A tre mesi dall'inizio della Coppa del Mondo, e alla vigilia di una pausa estiva forzatamente breve, l'Italia del rugby chiude la minitournée in Sudamerica con una sconfitta netta (24-6) ma non particolarmente pesante a opera dell'Argentina.

Per una serie di motivi quella azzurra era una squadra ultrasperimentale, dunque le due partite del tour (iniziato con una vittoria tutt'altro che entusiasmante per 29-5 in casa dell'Uruguay) lasciano il tempo che trovano. Piuttosto, ci si può chiedere se il ct Berbizier abbia avuto modo di individuare qualche alternativa agli uomini già collaudati, o perlomeno qualche rincalzo di valore in più. L'impressione è che, sotto questo aspetto, non ci siano grandi novità.

All'Argentina, che il sabato prima aveva sconfitto 16-0 la fortissima Irlanda, è riuscito ancora quell'uno-due che ormai sta diventando una costante nei confronti con l'Italia.

Stavolta la doppietta di mete in rapida successione (a firma Leonelli & Serra) è arrivata nel primo tempo. L'Italia ha tenuto in mischia, di fronte a uno dei pacchetti migliori del mondo, e ha difeso come si deve (evitando di prendere mete nel secondo tempo, nonostante due espulsioni temporanee), ma ha creato poche occasioni e ha dovuto scontare una certa inferiorità a livello di trequarti.

La principale attenuante è costituita dall'assenza di tanti protagonisti dello scorso Sei Nazioni. Non c'erano, tanto per cominciare, quasi tutti gli atleti tesserati per club inglesi e francesi. A proposito di Francia, anche la Nazionale transalpina ha giocato in formazione più che rimaneggiata i due test in Nuova Zelanda, perdendoli con punteggi larghi. Ma molti dei migliori erano impegnati nei play-off del campionato, giunto alla finale proprio sabato scorso. Un atto conclusivo che ha visto in campo anche tre azzurri: Mauro Bergamasco e Parisse per lo Stade Francaise e Canale per il Clermont Auvergne (con Troncon in panchina). In rimonta, l'hanno spuntata i parigini per 23-18 e il Clermont non può che piangere sulla maledizioni delle finali: ci è arrivato otto volte e otto volte è stato sconfitto.

IN TOUR
Argentina-Italia 24-6 (primo tempo 18-3). Per l'Argentina: 2 mete (Leonelli e Serra), 4 calci piazzati e 1 trasformazione (Serra). Per l'Italia¨2 calci piazzati (Bortolussi). Calci fermi: Serra 5 su 7, Bortolussi 2 su 2. Cartellini gialli a Sole e Lo Cicero (Italia)
Altri risultati: Nuova Zelanda-Francia 61-10 (pt 30-3), Sudafrica-Samoa 35-8 (pt 23-3), Australia-Figi 49-0 (pt 30-0)

LE FINALI
Campionato francese: Stade Francais-Clermont Auvergne 23-18 (pt 0-9)
Campionato italiano femminile: Riviera del Brenta-Benetton Treviso 12-10 (pt 6-0)

RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio
L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER   
Effettua il login o avvia la registrazione.


 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
10 maggio 2010
8 maggio 2010
8 maggio 2010
7 maggio 2010
7 maggio 2010
 
Ormezzano: «Il ciclismo è cambiato come è cambiato l'uomo»
Zomegnan: «Il Giro è la corsa più controllata della storia del ciclismo»
Le immagini del primo "titulo"
L'arrivo dei giocatori dell'Inter a Malpensa (di Sandro Cobelli)
La festa dei nerazzurri a Malpensa
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-