Suazo preferisce l'Inter, ora il Milan spera di agguantare Eto'o o Sheva

di Gianluigi Torchiani

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
23 giugno 2007

Il calciomercato entra nel vivo: il Milan ha rinunciato sabato mattina al bomber del Cagliari David Suazo, per cui ora si attende solo l'ufficialità per il passaggio del giocatore all'Inter, mentre in Inghilterra l'Arsenal ha confermato la cessione del francese Thierry Henry al Barcellona.

Una nota di poche righe sul sito del Milan ha messo la parola fine al tormentone Suazo: Il club di Via Turati, preso atto della volontà del centravanti di rispettare l'accordo firmato con l'Inter, ha annunciato il ritiro dell'operazione, evidenziando «di avere operato nella vicenda lealmente ed in piena conformità con i regolamenti sportivi nazionali e internazionali». A questo punto appare scontato il passaggio di Suazo in nerazzurro, per una cifra vicina ai 14 milioni di euro.

La sconfitta del Milan, tra l'altro, è giunta a poche ore dell'ufficializzazione del passaggio di Henry al Barca, per circa 24 milioni di euro e con un contratto di 4 anni. I catalani ora potrebbero teoricamente schierare un attacco "stellare" con il francese, Ronaldinho, Lionel Messi e Samuel Eto'o. Più probabile, tuttavia, appare il sacrificio di uno dei quattro campioni. Il maggiore indiziato per la cessione, con Ronaldinho che ha avviato i colloqui per il rinnovo e l'intoccabile Messi, è proprio il bomber africano, cercato sia del Milan che dell'Inter.

Perso Suazo, quindi, il club rossonero potrebbe concentrare tutti gli sforzi nell'acquisto di Eto'o, il cui arrivo a Milano significherebbe con buone probabilità la partenza di Alberto Gilardino, possibile obiettivo della Juventus di Claudio Ranieri. L'altra alternativa per il Milan è l'ex rossonero Andriy Shevchenko. L'attaccante del Chelsea era stato recentemente piazzato al secondo posto, dietro ad Eto'o, nella griglia del mercato milanista disegnata dall'amministratore delegato Adriano Galliani. Molto dipenderà dalle pretese del presidente del club londinese, Roman Abramovich.

RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio