ILSOLE24ORE.COM > Notizie Sport ARCHIVIO

Della Valle lascia la presidenza della Fiorentina

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
24 settembre 2009


Andrea Della Valle lascia la presidenza della Fiorentina: ad annunciarlo è stato Giovanni Montangna, avvocato e consigliere della società viola, al termine del consiglio d'amministrazione straordinario svoltosi questa mattina a Firenze. Lo sostituirà temporaneamente l'attuale vicepresidente viola Mario Cognigni «anche se - ha specificato Montagna - non sarà nominato un nuovo presidente». Andrea e il fratello Diego non sono presenti a Firenze ma sono intervenuti durante il cda in videoconferenza da Milano. Il presidente - insieme al fratello e patron del club - aveva riportato la Fiorentina dalla serie C2 alla serie A e alla Champions League, dopo il fallimento della società allora gestita da Mario Cecchi Gori.

In una lettera indirizzata ai tifosi viola Della Valle spiega la sua scelta, affermando che «non c'è più la necessaria condivisione del nostro progetto». Sulla decisione del presidente, quindi, come ventilato da giorni, avrebbero pesato le contestazioni anonime subite in estate da una piccola parte della tifoseria per la campagna acquisti e trasferimenti. «Cari tifosi - si legge nella lettera di Della Valle - oggi ho assunto la decisione di fare un passo indietro. Da alcuni mesi avverto in modo forte che non c'è più la necessaria condivisione del nostro "Progetto" che, con coerenza e serietà, ho cercato di portare avanti in questi anni di mia presidenza, grazie anche al grande e decisivo supporto di Voi tutti e della Città». «Il futuro - riprende Della Valle - dovrà essere quello di avere una società sempre meglio organizzata, che abbia, o possa generare, le risorse necessarie per autofinanziarsi e, allo stesso tempo, guardare ad importanti obiettivi sportivi, che sono poi la parte che, giustamente, è più vicina al cuore dei tifosi. Per realizzare questo sogno, tenendo conto dei tempi necessari, ciò che più occorre, oltre ai mezzi economici, è la fiducia e la convinzione reciproca di tutti noi che questi obiettivi li possiamo raggiungere, e la pazienza e la costanza necessaria per ottenerli; proprio la fiducia è quello che ora ho sentito mancare intorno alla società; ed è quindi questo che mi ha portato a decidere di prendere una pausa di riflessione nella gestione diretta della società». «Per quanto riguarda l'indispensabile rapporto di fiducia reciproca - conclude Della Valle - con grande franchezza, voglio che la città di Firenze e tutti i tifosi sappiano che, se si ritiene che ci sia qualcun altro più adatto di noi a portare avanti questo progetto, si faccia avanti ora e, se avrà le necessarie garanzie per attuarlo, siamo pronti a farci da parte e consegnargli in mano la società, se questo è quello che serve».

24 settembre 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA
RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio


L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER   
Effettua il login o avvia la registrazione.
 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
10 maggio 2010
8 maggio 2010
8 maggio 2010
7 maggio 2010
7 maggio 2010
 
Ormezzano: «Il ciclismo è cambiato come è cambiato l'uomo»
Zomegnan: «Il Giro è la corsa più controllata della storia del ciclismo»
Le immagini del primo "titulo"
L'arrivo dei giocatori dell'Inter a Malpensa (di Sandro Cobelli)
La festa dei nerazzurri a Malpensa
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-