ILSOLE24ORE.COM > Notizie Tecnologia e Business ARCHIVIO

Arriva vook, il libro con video

di Daniela Roveda

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
2 Ottobre 2009


LOS ANGELES - Hai visto l'ultimo "vook" di Ernest Hemingway? Non è ancora stato pubblicato, ma i vook - video più book - di autori vecchi e nuovi sono il medium del futuro, evoluzione naturale di due forme di comunicazione unite dal collante dell'internet. I primi quattro sono stati pubblicati proprio ieri dalla Simon&Schuster in collaborazione con la società di Silicon Valley Vook.com al prezzo di 6,99 dollari l'uno per la versione online e 4,99 per quella su iPhone o iPod Touch. Piaccia o no, vook è l'ultimo neologismo destinato ad entrare nel nostro vocabolario quotidiano come è già successo per "mandare una mail" o "chattare". Per le case editrici preoccupate dal trend in declino delle vendite degli antiquati libri di carta stampata, i vook sono soprattutto una promessa di nuovi introiti per il futuro.
Due dei quattro vook della Simon&Schuster si prestano bene alla versione ibrida testo/video. Una guida alle proprietà cosmetiche della frutta e della verdura viene arricchita da brevi clip con dimostrazioni sui metodi per confezionare in casa creme idratanti a base di mango o di avocado. Ma il romanzo rosa Promises di Jude Deveraux, ambientato nell'800 in una piantagione di cotone della South Carolina, è corredato da insulse immagini di corse nei campi e fugaci baci rubati. L'autrice ne è talmente soddisfatta, però, che spera di poter aggiungere anche la musica e magari dei profumi, anche se non ha specificato come un iPhone possa emettere aromi.
Inutile dire che l'idea del vook è già stata condannata in molti ambienti dell'aristocrazia letteraria americana. «Sono uno scrittore e in quanto tale non permetterò mai che ai miei testi vengano affiancati dei video», ha detto per esempio Walter Mosley, autore di Devil in a Blue Dress al New York Times. Ma l'industria editoriale ha realizzato di dover prendere delle iniziative radicali per assicurare la propria sopravvivenza nell'era internet. Per il momento l'unica innovazione che ha preso piede è il libro digitale tipo Kindle (prodotto da Amazon), ma esso non è una vera innovazione, è il trasferimento del libro tradizionale in un formato alternativo, che non aggiunge nulla all'esperienza della lettura, ma anzi toglie il piacere tattile, il look della copertina, la possibilità dello sfoglio.
Il vook invece è un concetto completamente nuovo. In attesa di osservare la reazione del pubblico, le case editrici stanno sperimentando altre iniziative editoriali digitali. La divisione di libri per ragazzi della Harper Collins consente ai giovani lettori dei thriller della serie "The Amanda Project" di partecipare a forum online per discutere la trama, fare suggerimenti e proporre nuovi personaggi. La società Webook invece consente ai lettori di offrire commenti allo scrittore durante la stesura del libro.

2 Ottobre 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA
RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio


L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER   
Effettua il login o avvia la registrazione.
 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
7 MAGGIO 2010
7 MAGGIO 2010
7 MAGGIO 2010
7 maggio 2010
 
L'Italia vista dal satellite
La domenica di sport
Sony Ericsson Xperia X10
Nokia N8
Si chiude l'era del floppy disk
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-