Speciali in evidenza
Speciale Smau
Speciale ambiente
Speciale scuola
Speciale Auto
Un anno di rincari
Speciale mutui
Voli low cost
Speciale ETF
Studi di settore
Risparmio energetico
Auto & fisco
Navigatori GPS
Musica Mp3
Guida alle facoltà
Come risparmiare
XV Legislatura
shopping 24

Servizi

Il Sole Mobile

Servizi Ricerca

Cultura e Tempo Libero

ARCHIVIO »
Settore di Santa Rosa - Sepolcro IV dei Natronii (particolare: edicola funeraria del fanciullo Tiberius Natronius Venustus) - Foto: Musei Vaticani

11 ottobre 2006

Una piccola Pompei in Vaticano: la necropoli della via Triumphalis

di Stefano Biolchini
Le immagini provenienti dalla necropoli nelle foto dei Musei vaticani


CITTÁ DEL VATICANO - «Una piccola Pompei in Vaticano». Definisce così il responsabile dell'Archeologia classica dei Musei Vaticani, Giandomenico Spinola, l'area cimiteriale appena aperta al pubblico - che si estende lungo l'antica Via Triumphalis - e rinvenuta nel 2003, durante gli scavi per la realizzazione del parcheggio nel Piazzale di Santa Rosa (entro le mura della città-stato). Come a Pompei la storia della necropoli è stata "fermata" da una frana che nel II secolo ha sigillato, fino al rinvenimento degli anni scorsi, l'area lungo la strada che portava alla vinta Vejo, e che comprende circa 250 tombe. «Trovare una realtà così complessa di 250 tombe, scavare, musealizzare, pubblicare e aprire al pubblico in soli tre anni un coplesso di circa 500 metri quadrati è un vero primato», spiega il direttore dei Musei Vaticani, Francesco Buranelli. Quello che si apre sotto il parcheggio è in realtà uno scenario emozionante attraverso i secoli, un'immersione magica nel tempo che fu, fra i secoli I e IV d.c.

Fra le cose più interessanti un incantevole mosaico in bianco e nero (metà del III secolo d.c.) con al centro un Dioniso ebbro attorniato da eroti vendemmianti, rinvenuto in una tomba e restaurato in tempo record, come testimonia un interessante documento video curato dai Musei. Alcuni decenni dopo le prime sepolture il mosaico venne nascosto dal sarcofago di Publius Cesilius Victorinus, un cavaliere romano morto a 17 anni. Proprio le decorazioni di quest'ultimo sarcofago, fra cui un una figura di filosofo e una di orante femminile, suggeriscono l'ipotesi di una deposizone cristiana avvenuta prima dell'Editto di Milano del 313 d.c., con la quale l'imperatore Costantino il Grande concesse la libertà di culto ai cristiani. Tale sarcofago si inserisce nella scena vaticana come una delle prime testimoniaze cristiane in Vaticano, al di fuori della non distante necropoli lungo la Via Cornelia, sotto la Basilica Vaticana.

L'intera area cimiteriale al di sotto del parcheggio si articola in due fasi principali (di cui la più antica riferibile al I secolo, e la seconda tra il II e III secolo), ed è popolata da una quarantina di sepolcri monumentali, molti a camera, con più deposizioni che si alternano a piccoli sacelli e a sepolture singole più modeste. Proprio la variegata articolazione delle deposizioni, molte delle quali in ottimo stato di conservazione, consente di addentrarsi in uno spaccato completo della società d'epoca imperiale, ponendo al centro (inusualmente, per la scena archeologica dell'Urbe) le classi medie e quelle più umili. Di particolare interesse l'insieme di cippi, lastre e steli, spesso dotate di iscrizioni, che specificano il mestiere o il luogo d'origine dei personaggi ospitati, offrendo così una testimonianza articolata della vita quotidiana dell'epoca. Il corredo tombale è per lo più costituito da lucerne e recipienti, rimasti al loro posto nei secoli. Commoventi, oltre che meritevoli di particolare attenzione, i sepolcri di alcuni bambini. Tra questi, si fissa in maniera indelebile - aderendo così mirabilmente all'intento di sottrarlo all'oblio - il delicato volto in marmo, incastonato sopra una lastra sepolcrale, rappresentante "Tib(erius) Natronius Venustus vixit ann(os) IIII, menses IIII, dies X": la precisione con cui si contarono financo i giorni della di lui breve vita testimonia in maniera commovente il dolore dei genitori, fissando nel tempo "l'insesatezza della morte di un bimbo". Ancora, i resti di un bambino colpiscono per la presenza, all'altezza del suo bacino, di un guscio d'uovo, simbolo della rinascita e rigenerazione, e per questo benignamente riposto al suo fianco. L'area rinvenuta si ricollega ad altri ritrovamenti, come quelli già scavati in passato sotto all'Autoparco, ma anche all'edificio dell'Annona e accanto alla fontana della Galea: tutti a testimoniare l'ampia area cimiteriale che si estendeva lungo le pendici della collina vaticana al lato della via. L'auspicio, a fronte di un'area così ricca e complessa, è quindi che gli scavi non si fermino qui.

Il complesso archeologico potrà essere visitato il venerdì e il sabato in gruppi di massimo 25 persone, previa prenotazione scritta.



 

Suggerimenti

>Info quotazioni

A richiesta, via sms, la quotazione istantanea e in tempo reale del titolo che ti interessa

>Flash news

Scarica il programma gratuito, e ricevi sul tuo desktop le ultimissime notizie di economia e finanza

News

champions

L'Inter (2-1a Mosca) brava e fortunata: ribalta il risultato e vince

auto

Rimandato il lancio della «Panda cinese» per la causa con la Fiat

expo 2015

Luci sui progetti che fanno bella Milano: l'omaggio agli ospiti di Expo 2015

anniversari

Novant'anni fa la battaglia di Caporetto, madre di tutte le batoste

computer

Asus: così il notebook diventa ultraleggero

prospettive

Il presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca (Stefano Capra / Imagoeconomica)

Turismo a Roma, invia le tue domande per il forum di mercoledì

GIAPPONE

La palazzina del Progetto Sofie sottoposta all'esperimento anti-sismico

Terremoto del settimo grado della scala Richter, ma la casa in legno fatta nel Trentino resiste

iniziative

L'appello di Nòva24: il Governo rilancia sul 5 per mille

ARTECONOMY24

ArtEconomy 24
Tutte le quotazioni dal Frieze di Londra su ArtEconomy24. E in più aste, mostre e gallerie.

viaggi24

Singapore. Dove tutto è possibile
Viaggio in una delle capitali mondiali dello shopping e del commercio.

In Evidenza

CRIBIS.it
Informazioni per decidere con chi fare o non fare business, in Italia e nel mondo.

Concorsi ed esami
Visita la sezione concorsi ed esami, troverai un'aggiornata rassegna di concorsi e offerte di lavoro nel pubblico impiego

Il SUDOKU del Sole 24 ORE
Invia un SMS con scritto SUDOKU al 48224 per poter giocare sul tuo cellulare! Clicca qui per ulteriori informazioni

A Natale un regalo diverso?
AMREF presenta alle aziende tante idee per un Natale solidale con l'Africa da regalare a clienti, fornitori, dipendenti e amici.

Le tue foto su Casa24
Un angolo accogliente, un mobile insolito, un ambiente particolare: inviaci le foto della tua casa, le più belle saranno pubblicate sul sito.

Intel: la tecnologia a misura di azienda
Intel risponde alle domande delle imprese.
Approfondimenti su sicurezza, mobility, gestione sistemi e risparmio energetico

Pubblicità