ILSOLE24ORE.COM > Notizie Cultura e Tempo libero ARCHIVIO

Pay per chapter, sul web il libro si vende per capitoli

di Mario Andreose

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
16 febbraio 2008

Pare che, nell'ambito dell'industria dell'intrattenimento, quella dei libri se la passi meno peggio del cinema e della musica, il cui declino procede di pari passo con l'avanzata della tecnologia digitale. Non bastasse la concorrenza della televisione che di sera inchioda in poltrona almeno un terzo della nostra popolazione, computer e telefonini sempre più sofisticati ci inducono a deliri di onnivoro consumo on line. (L'hanno capito i bravi sceneggiatori americani, scesi in duro sciopero contro le major, per reclamare un'integrazione contrattuale che includesse i nuovi benefici derivati.)
Il prossimo boccone saranno i libri, è solo questione di tempo. In un Paese come il Giappone, in cui la telefonia mobile è all'avanguardia, è già in atto un diffuso fenomeno di lettura sul portatile di narrativa rosa per ragazzine e di manga erotici, questi ultimi con un'opzione animata in soccorso dell'algido tratto di disegnatori non propriamente eredi di Ukiyoe e di Hokusai.
Certo un lettore più avvertito esige uno strumento più adeguato di un telefonino. Ci sono prototipi in circolazione che, per formato, peso e maneggevolezza, nulla hanno a che vedere con i rozzi grevi e-book di prima generazione. L'ingombro è quello di un libro di dorso sottile, uno schermo luminoso quanto basta, il carattere tipografico a scelta, una leggibilità soddisfacente, anche per un romanzo, vero tabù nelle valutazioni d'origine.
E pensate: i nostri scolari affrancati per sempre dalla scoliosi da zaino, con tutti i loro testi ficcati dentro un paio d'etti di pura plastica, e anche i dizionari di tutte le lingue per i giorni di compiti in classe.
E giuristi di ogni rango confortati dalla possibilità di consultare ovunque i vari codici dei diritti e anche una bella selezione di sentenze di riferimento di cui fare brillante sfoggio.
E il parroco che può circolare perennemente con tutte le Sacre Scritture, aggiunte al breviario, sotto braccio, e il rabbino con la sua Bibbia e la Torah e il Talmud in tasca.
È probabile che i lettori forti diventeranno fortissimi, attizzati dalla nuova tecnologia e dal fatto che il prezzo di un romanzo o di un saggio potrebbe ridursi almeno della metà se non di due terzi.
In questi giorni un mio amico sconta due settimane di volontaria reclusione in una spa dolomitica e, nel fondato timore di essere assediato dalla noia, ha dovuto aggiungere al bagaglio una valigia piena di libri. In simili circostanze, tra qualche tempo, potrà partire con la Divina Commedia, il Don Chisciotte, il Faust, la Recherche, l'Ulisse, e magari la Patrologia del Migne, infilati non dico in una borsa ma in una trousse. Oppure nelle stesse celle del salutista penitenziario potrà ricevere in tempo reale le primizie editoriali da Amazon.com o dal libraio di fiducia opportunamente riciclato in elettronica.
Buone prospettive anche per l'editoria d'arte, non più soggetta alle insidie della stampa a quattro colori che inducevano Federico Zeri a preferire le riproduzioni in bianco e nero: sullo schermo le opere d'arte riprodotte garantiranno maggiore fedeltà cromatica all'originale. Gli studiosi e gli amatori avranno la possibilità di archiviare le immagini delle collezioni preferite dei musei di tutto il mondo con vantaggio di qualità e spazio e un investimento assai inferiore a quello di un'analoga serie stampata.
Al pari della Rivoluzione industriale anche questa suscita scetticismo e ostilità, se pure non di facinoroso luddismo. Un'indagine dell'Osservatorio Permanente rileva che a oggi il 14% della popolazione può annoverarsi tra i consumatori digitali orientati a contenuti culturali. È possibile un periodo di transizione di doppio mercato, diviso tra le nuove generazioni e i più che legittimi amanti incalliti della carta stampata.
Più avanti, forse, anche la forestazione del pianeta ne trarrà vantaggio, a meno che i produttori di cellulosa non stiano già pensando di invadere i mercati emergenti con fiumi in piena di carta igienica.

RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio
L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER   
Effettua il login o avvia la registrazione.


 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
7 maggio 2010
 
Aguilera ambasciatrice contro la fame
La consegna dei David di Donatello
Man Ray a Fotografia Europea
Elegante e brutale. Jean-Michel Basquiat alla Fondation Beyeler di Basilea
"World Press Photo 2010". Fotografie di autori vari
 
 
dal 10 al 13 Gennaio 2019
1 Bohemian Rhapsody 15293263   
2 Il Grinch 4533091   
3 Macchine mortali 747681   
4 Un piccolo favore 730153   
5 Il testimone invisibile 658767   
6 Se son rose 3823413   
7 Alpha: un'amicizia forte come la vita 975662   
8 La casa delle bambole 756232   
9 Animali fantastici: I crimini di Grindelwald 12678357   
10 Santiago, Italia 302834   
tutti i film nelle sale » tutti i dettagli »

Trovo Cinema

Scegli la provincia
Scegli la città
Scegli il film
Tutti i film
Scegli il cinema
Tutti i cinema
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-