ILSOLE24ORE.COM > Notizie Cultura e Tempo libero ARCHIVIO

Libri/ Parole d'onore di Attilio Bolzoni

di Serena Uccello

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
7 ottobre 2008

Chi sono i mafiosi? Che cosa si dicono i mafiosi quando parlano tra di loro o quando rispondono alle domande di un magistrato? Che pensano quando uccidono? O dopo nell'atto del pentimento? Attilio Bolzoni, giornalista di Repubblica, di mafiosi ne ha conosciuti tanti dentro le aule di un tribunale o attraverso le carte, i verbali, della cronaca giudiziaria. Per anni ha ricostruito vicende un tempo confinate alla storia siciliana, salvo poi diventare centrali per la storia di tutto il Paese.

Ha raccolto testimonianze e soprattutto documenti, che ora prendono corpo in un libro, Parole d'onore, in libreria per la collana Futuropassato di Bur, Biblioteca universale Rizzoli. Decine, centinaia, migliaia di parole. Le parole della mafia, o come direbbero i mafiosi, parole d'onore.
Scrive Bolzoni: "Sono voci che provengono da un altro mondo. Salgono minacciose, stordiscono. A volte arrivano sfuggenti e all'apparenza innocue, a volte sono volutamente cariche di presagi. Nascondono sempre qualcosa, portano sempre un messaggio. Tutto è messaggio nella loro parlata". E ancora: "In questo libro i mafiosi raccontano l'ultimo mezzo secolo della loro Sicilia. Parlano di moralità e famiglia, di affari e delitti, di regole, amori, amicizie tradite, di religione e di Dio, soldi e potere, di vita e di morte. Del rapporto con il carcere e con la legge, di latitanze infinite, dello Stato".

Nelle oltre 400 pagine del volume c'è tutta la quotidianità di Cosa Nostra, i rapporti con la società, con il clero, con la politica, la gestione degli affari, le strategie, attraverso il racconto diretto dei suoi protagonisti. Sono boss che hanno scelto la strada del pentimento e che quindi forniscono a chi è fuori dalla cultura mafiosa le chiave di lettura di un microcosmo altrimenti non penetrabile. Oppure sono boss che entrano in carcere al vertice del loro potere. In entrambi i casi una straordinaria raccolta di fatti e di storie. Un modo inedito di conoscere la mafia, senza retorica.

RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio
L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER   
Effettua il login o avvia la registrazione.


 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
7 maggio 2010
 
Aguilera ambasciatrice contro la fame
La consegna dei David di Donatello
Man Ray a Fotografia Europea
Elegante e brutale. Jean-Michel Basquiat alla Fondation Beyeler di Basilea
"World Press Photo 2010". Fotografie di autori vari
 
 
dal 13 al 16 Dicembre 2018
1 Bohemian Rhapsody 11722046   
2 Il Grinch 3513475   
3 Se son rose 3164387   
4 Alpha: un'amicizia forte come la vita 595703   
5 Animali fantastici: I crimini di Grindelwald 12424671   
6 La casa delle bambole 423272   
7 Colette 251445   
8 La prima pietra 241645   
9 Robin Hood - L'origine della leggenda 1803856   
10 Santiago, Italia 137092   
tutti i film nelle sale » tutti i dettagli »

Trovo Cinema

Scegli la provincia
Scegli la città
Scegli il film
Tutti i film
Scegli il cinema
Tutti i cinema
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-