ILSOLE24ORE.COM > Notizie Cultura e Tempo libero ARCHIVIO

CD / Marracash

di Leonard Catacchio

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
28 novembre 2008

Badabum cha cha potrebbe sembrare una formula magica, e in fondo per il rapper milanese Marracash lo è stata una sorta di apriti sesamo per le porte del successo e della fama.

Fabio Rizzo nato nel 1979 in Sicilia, si trasferisce a Milano nel quartiere della Barona, uno tra i più difficili, ma anche più combattivi di Milano. Alla fine degli anni '90 comincia a frequentare il muretto nel centro di Milano. Lì si trovano i vari fan della cultura rap con tanto di breakers e di stereo ad alto volume. In questi anni entra in contatto con la scena hip hop milanese, e inizia a partecipare al progetto dei Dogo Gang, una crew di artisti  molto apprezzata in città.

Dopo anni di strada, di sfide all'ultima rima, di serate underground, il successo vero e proprio arriva grazie alla hit che lo ha reso famoso. Lui la definisce come una bomba che gli è esplosa tra le mani, ma l'effetto non deve essere stato troppo doloroso. Curiosamente il titolo del brano trae ispirazione da un videogame "Street fighter", un picchiaduro classico da sala giochi.

In realtà il suo successo non è certo casuale, i testi parlano della strada, dei giri loschi, delle difficoltà di tutti i giorni. Non si può definire come un musicista militante o politicizzato, però dalle sue rime vengono fuori i mondi sotterranei che Milano cerca sempre di nascondere sotto il tappeto rosso o di relegare alle periferie più estreme. Stupisce, ma fino a un certo punto, anche la sua passione per la letteratura, quasi sempre maledetta come quella di Charles Bukowski o di John Fante.

La faccia da marocchino che si ritrova gli ha portato un soprannome fortunato. Nelle immagini dei suoi dischi e dei suoi video, il quartiere, nell'accezione latina di barrio, si trasforma in una sorta di sogno metropolitano felliniano, dove elefanti, zebre  e gazzelle si contendono la savana, all'ombra dei giganteschi palazzi dormitorio tipici della Barona, come  delle periferie di tutto il pianeta. Una sorta di neorealismo onirico, dove la durezza della realtà fa a pugni con i desideri esotici, di fuga e di successo che caratterizzano il modo di pensare di tanti ragazzi che nei quartieri cosiddetti difficili, ci passeranno tutta la vita seguendo il ritmo dell'hip hop.

Marracash, Marracash Golden edition, Universal, 16 euro


Info: www.marracash.it www.universalmusic.it

RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio
L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER   
Effettua il login o avvia la registrazione.


 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
7 maggio 2010
 
Aguilera ambasciatrice contro la fame
La consegna dei David di Donatello
Man Ray a Fotografia Europea
Elegante e brutale. Jean-Michel Basquiat alla Fondation Beyeler di Basilea
"World Press Photo 2010". Fotografie di autori vari
 
 

Trovo Cinema

Scegli la provincia
Scegli la città
Scegli il film
Tutti i film
Scegli il cinema
Tutti i cinema
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-