ILSOLE24ORE.COM > Notizie Cultura e Tempo libero ARCHIVIO

L'imperfezione dell'esistenza nel "Quore" di Raffaella Giordano

di Giuseppe Distefano

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
5febbraio 2009


In quell'errore di ortografia di "Quore" è racchiuso il senso dello spettacolo. La sarcastica imperfezione dell'esistenza. Così lo sintetizza la sua artefice Raffaella Giordano. La coreografa e danzatrice formatasi alla poetica di Carolyn Carlson e allo stile di Pina Bausch, cofondatrice quindi del gruppo Sosta Palmizi, è divenuta nel tempo autrice di un personale teatro-danza silenzioso, dal movimento sempre più assottigliato, quasi afasico. E "Quore. Per un lavoro in divenire" ne è l'esempio più espressivo, più bauschiano. Uno spettacolo si direbbe incompiuto. Perché rinasce ogni volta nuovo, ad ogni rappresentazione. Un lavoro in divenire che si forma nella relazione col pubblico. E di relazioni umane ci parla. Noi osserviamo, ascoltiamo. Loro, gli interpreti, oggetti alla mercé del pensiero e del sentire altrui, esposti si lasciano guardare. Sono corpi sgraziati che non hanno paura di mostrarsi nudi nella goffaggine di una passerella saltellante al ritmo delle canzoni diffuse da un cd portatile. E ogni brano musicale – da Madonna a Manu Chau, da Alex Britti a Lucio Dalla, a Wagner – continuamente interrotto dal telecomando che passa da una mano all'altra, innesca delle azioni. Scaturiscono da un ricordo. Da un'emozione. Da un sentimento. Sono gesti che un uomo cerca di fermare fotografando tutto ciò che ha davanti. I quattro interpreti si esibiscono in micropartiture di atti semplici, di dettagli e ossessioni che appartengono al nostro agire quotidiano. Prevale l'eccesso delle azioni e la pagliacciata del travestimento. Nel continuo indossare e togliere parrucche, tra silenzi e grida sentenziati con i più svariati oggetti , in scena si accumula disordine. È quello dell'esistenza, delle precarie traiettorie del cuore e dei suoi sussulti interrotti, dell'imperfezione del vivere. E nel clima felliniano di un girotondo sgangherato c'è spazio per l'emozionante comporsi di una Deposizione femminile; e, infine, di una Crocifissione di inaudita bellezza col morire lento di due donne ai piedi di un povero cristo in gonnella, in un lembo di tappeto verde. Immagini di una novella pietà e di un nuovo corpo sacrificale.

"Quore"
di e con Raffaella Giordano, e Aldo Rendina, Doriana Crema, Piera Principe. Produzione Sosta Palmizi 1999, sostenuto da C.N.D.C. di Angers – L'Esquisse. Al Teatro Palladiun di Roma.

RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio
L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER   
Effettua il login o avvia la registrazione.


 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
7 maggio 2010
 
Aguilera ambasciatrice contro la fame
La consegna dei David di Donatello
Man Ray a Fotografia Europea
Elegante e brutale. Jean-Michel Basquiat alla Fondation Beyeler di Basilea
"World Press Photo 2010". Fotografie di autori vari
 
 
dal 10 al 13 Gennaio 2019
1 Bohemian Rhapsody 15293263   
2 Il Grinch 4533091   
3 Macchine mortali 747681   
4 Un piccolo favore 730153   
5 Il testimone invisibile 658767   
6 Se son rose 3823413   
7 Alpha: un'amicizia forte come la vita 975662   
8 La casa delle bambole 756232   
9 Animali fantastici: I crimini di Grindelwald 12678357   
10 Santiago, Italia 302834   
tutti i film nelle sale » tutti i dettagli »

Trovo Cinema

Scegli la provincia
Scegli la città
Scegli il film
Tutti i film
Scegli il cinema
Tutti i cinema
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-