L'agente del marocchino: «Kharja voleva tornare alla Roma, ma dal club solo promesse» (Il Romanista)

* Goal.com *

Tra Kharja e la Ternana è guerra aperta. Il Collegio Arbitrale della Lega ha ritenuto nullo il contratto firmato nell'estate 2005. E il centrocampista franco-marocchino ha chiesto di essere svincolato d'ufficio. «Il contratto è valido solo in serie A e B e non in C - spiega il procuratore Beppe Galli a Teleradiostereo Sport - Abbiamo già scritto all'ufficio tesseramenti della Lega, che ora dovrà procedere allo svincolo. Riteniamo ininfluente quella che sarà la decisione del giudice del lavoro di Firenze, al quale ci eravamo rivolti dopo un precedente pronunciamento del Collegio Arbitrale, per noi negativo. Ovviamente, c'è rabbia, perché al mio assistito hanno fatto perdere sei mesi. Houssine sarebbe tornato volentieri alla Roma, ma, oltre alle promesse fatte la scorsa estate, non c'è stato nulla: la società non si è fatta più viva e, per me, piazzare Kharja in una squadra di rango sarà una bella rivincita nei confronti del club giallorosso. Il Genoa lo segue da un mese. Piace anche al Torino. E ho contatti con un'altra prestigiosa società nostrana».La Ternana, però, non molla. «Kharja è ancora un nostro giocatore - spiega l'avvocato dei rossoverdi, Mattia Grassani - Aspettiamo la decisione del Tribunale di Firenze. E il 26 gennaio la Commissione disciplinare della Lega dovrà pronunciarsi sull'eventuale violazione della clausola compromissoria da parte del giocatore, che si è rivolto alla giustizia ordinaria. In ogni caso, il buon senso imporrebbe di trovare un accordo».