Rimini piange, Adrian di più: "Bellavista, un padre per me!"

* Goal.com *

Rimini - Sguardi attoniti, dolore inquantificabile, la morte di Vincenzo Bellavista, 63 enne presidente del Rimini Calcio, ha lasciato di stucco tutti gli appassionati di calcio romagnoli e dell'intera penisola. Lacrime agli occhi per la squadra che si è comunque allenata agli ordini di Leo Acori ed una promessa: quella di provare in tutti i modi a raggiungere i playoff per onorare la memoria del presidente, scomparso per cause che solo l'autopsia effettuata oggi chiarirà. "Per me era come un padre - ha detto Adrian Ricchiuti alla Gazzetta dello Sport - mi aveva voluto a tutti i costi in C2. Mi criticava quando le cose andavano male, ma lo faceva parlandomi in faccia come piaceva a me. Sarà difficile sostituire uno come lui, era un vincente, voleva andare in A, se non subito l'anno prossimo. Mi aveva anche detto che puntava a 3-4 giocatori importanti. Ora non so cosa cambierà, spero che la Cocif porti avanti il suo progetto. Altrimenti non so se avrò voglia di restare, non mi andrebbe di fare brutte figure. E comunque senza di lui non sarà più la stessa cosa".