Il punto sul Rimini: I playoff per salutare patron Bellavista

* Goal.com *

E’ lutto cittadino nella città di Rimini. L’inattesa e  sconvolgente notizia della scomparsa di Vincenzo Bellavista, Patron della Rimini Calcio, lascia la cittadina rivierasca addolorata e con un vuoto incolmabile. A capo della coperativa Cocif, Vincenzo Bellavista,  rileva il Club nel 1994, una società in brandelli e con pochissimi onori e glorie da memorare. In un decennio ricostruisce pezzo pezzo, mattone per mattone un sogno che all’ombra dell’Arco d’Augusto solo gli illusi  accarezzavano. La perdita del condottiero e ricostruttore della squadra romagnola avviene nel momento di massimo merito calcistico, il gruppo biancorosso si sta infatti guadagnado un posto ai playoff  l’unico spiraglio di serie A che nella città adriatica si sia mai intravisto.Cittadino onorario dal 2005 era da sempre il più grande tifoso della squadra; non solo soldi quelli investiti, ma un sogno condiviso coi tifosi, passione e grande competenza che hanno fatto di lui un abile scopritore di talenti calcistici oltre che un ingegnoso imprenditore.La  città saluta il suo  presidente. La promessa è quella di non dimenticare mai la sua impresa. Rimmarà il ricordo di un uomo famoso per le arrabbiatture fulminee e bonarie dettate dalla sua immensa passione per la sua squadra, da indurlo talvolta a non presenziare alle gare decisive per l’agitazione. A 63 anni viene a mancare non solo a Rimini  ma a tutta l’Italia calcistica un uomo schietto e sincero come la sua terra. Elisa Delvecchio