Inter, arriva Tyson Rivas, si gioca tutto

* Goal.com *

Nelson Enrique Rivas Lopez sbarcherà oggi sul pianeta ne­razzurro iniziando l’avventura più affasci­nante della sua carriera: quella con la ma­glia dell’Inter. Ottenuto il visto dal consola­to italiano di Buenos Aires, ieri è partito con destinazione Milano dove at­terrerà oggi. Domani soster­rà le visite mediche e poi, magari insieme con Luis Ji­menez (il suo acquisto deve essere solo ufficializzato), si trasferirà nel ritiro di Risco­ne di Brunico per iniziare ad allenarsi con quelli che do­vrebbero diventare i suoi nuovi compagni. Il condizionale rimane d’obbligo nonostante la società di via Duri­ni ed il giocatore siano adesso legati da un contratto. L’Inter potrebbe decidere di non tesserarlo, appoggiandolo ad una squadra che non ha ancora in rosa un extracomuni­tario ( Atalanta, Empoli, Livorno, Parma, Sampdoria e Torino alcuni dei club che han­no la casella libera). L’alternativa è deposi­tare la documentazione in via Rosellini, in­serire “Tyson” a tutti gli effetti nella rosa e chiudere la campagna acquisti interista per quel che riguarda i giocatori extracomuni­tari provenienti da federazioni estere. Rivas arriva in Italia carico di voglia di fare, deciso a giocarsi la più gran­de chance della sua carriera, lui che qualche anno fa gio­cava nel Deportivo Cali. Può giocare in tutti i ruoli della difesa, anche terzino ( sia a destra che a sinistra) e, pur dovendosi perfezionare so­prattutto a livello di concen­trazione durante tutto l’arco dei novanta minuti, potrebbe essere una piacevole sorpresa per chi non lo conosce. Inutile nascondere che la prossima settimana sarà lui l’osservato speciale nel ritiro nerazzurro anche perché Mancini, che ha capito dalle parole di Moratti quan­to difficile (se non impossibile...) sia la trat­tativa per Chivu, di un elemento da inseri­re nel pacchetto arretrato ha bisogno. Pri­ma di accettare l’offerta dell’Inter sembra che “Tyson” Rivas abbia ricevuto una pro­posta da un club tedesco, ma quando si è materializzata la possibilità di trasferirsi in Italia non ha avuto dubbi. Adesso si sotto­porrà a questa sorta di prova in cui verrà stabilito se entrerà nella nostra serie A con la maglia dell’Inter o se i dirigenti neraz­zurri, in attesa che maturi, dovranno trovargli un’altra sistemazione. In questo caso per loro sarebbe possibile puntare all’acquisto di un al­tro extracomunitario. Fonte Corriere dello Sport