Allenatore a sorpresa per l'Arezzo

* Goal.com *

Arezzo - Blitz a sorpresa in serata in cittā con l'incontro tra il Presidente Mancini e l'allenatore della squadra Primavera del Brescia Luciano De Paola. Una stretta di mano ne ha sancito praticamente l'ingaggio, rimandando a domani la firma sul contratto.Luciano De Paola, classe 1961, come detto era l'allenatore della Primavera bresciana e lo č stato per ben sette anni. La sua carriera di calciatore č stata contraddistinta da una serie interminabile di squadre a cominciare da Crotone (calabrese di nascita, lombardo di adozione) per finire nel 1999 con il Pergocrema, vestendo nel corso degli anni le maglie di Frosinone, Francavilla, Cagliari, Lazio, Atalanta, Cosenza, Brescia. Per il neo allenatore amaranto si tratta della prima esperienza su una panchina professionistica. L'ennesima scommessa del Presidente Piero Mancini.Nel corso dell'incontro di oggi, presenza importante č stata quella di Vittorio Fioretti, giā Direttore Sportivo dell'Arezzo ai tempi di Mario Somma, con il quale non ebbe un rapporto idilliaco. Presenza importante, dicevamo, perchč, come confermato dal Presidente, Fioretti sarā al 99% il nuovo Direttore Generale dell'Arezzo ed andrā ad affiancare Tambone, neo Direttore Sportivo. Esce cosi' di scena, Ermanno Pieroni, per due anni consulente del Presidente.Il nome di De Paola, non susciterā entusiasmo in una tifoseria che ancora si lecca le ferite di una ingiusta retrocessione. In cittā si tifava per una riconferma di Antonio Conte, poi la ridda di nomi che si sono susseguiti hanno spiazzato la tifoseria dato che mano a mano questi nomi venivano accostati a squadre diverse. E cosi' č stato per Campilongo, Gustinetti, Pagliari, Papagni. Parole dure il Presidente le ha espresse per Sasā Campilongo per il suo comportamento ambiguo ed una firma a Foggia quando l'accordo con Mancini (a suo dire) erā giā stato fatto.Da domani, si comincerā a parlare di mercato dove l'Arezzo si presenterā con molti pezzi da novanta da giocarsi, dopo aver giā giocato la carta Antonio Floro Flores, accasatosi ad Udine per una comproprietā record per la societā amaranto di 3 milioni e ottocentomila euro.Riccardo Bonelli