TECNOLOGIA &BUSINESS

 
 
 

Speciale Digitale terrestre
La tv che cambia

 
HOME DEL DOSSIER

La tecnologia, i vantaggi e i problemi

La copertura e il broadcasting

La rivoluzione dell'alta definizione

Le novitÓ

Il digitale terrestre sarÓ anche sul satellite

di Fabio Bossi

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
27 Luglio 2009

Il passaggio dalla tv terrestre analogica al digitale si completerÓ nei prossimi mesi, quando verrÓ spento definitivamente il vecchio sistema. Ma chi si trova in zone non sufficientemente coperte dal segnale, cosa potrÓ fare? In soccorso di questi utenti (3 milioni, il 5% della popolazione) arriva la nuova piattaforma Tiv¨Sat, che trasmetterÓ via satellite gli stessi canali del digitale terrestre.
Il satellite utilizzato per la piattaforma che coinvolge Rai, Mediaset e La7 Ŕ lo stesso utilizzato per Sky, quindi chi possiede un'antenna parabolica orientata verso il satellite HotBird a 13░ est non dovrÓ effettuare modifiche all'impianto. Chi invece vorrÓ installare un nuovo impianto dovrÓ installare un'antenna parabolica dal diametro di 60-90 cm (dai 30 ai 70 euro), in funzione della propria posizione.
In ogni caso sarÓ necessario acquistare un nuovo decoder, dato che quelli in commercio, compreso quello fornito da Sky, non sono compatibili con il sistema di codifica utilizzato da Tiv¨Sat. Le trasmissioni satellitari sono accessibili anche al di fuori dei confini nazionali, per questo motivo gli editori sono costretti a ricorrere a un sistema di protezione per gli eventi sportivi o i film di cui possiedono i diritti esclusivamente per il territorio italiano.
Un normale decoder satellitare, quindi, potrÓ visualizzare solo una parte delle trasmissioni di Tiv¨Sat, cioŔ quelle che le reti televisive decideranno di trasmettere in chiaro. Per ricevere la totalitÓ delle trasmissioni della nuova piattaforma (22 i canali annunciati, sostanzialmente quelli del Dtt pi¨ tre stranieri di news) che partirÓ il 31 luglio, bisognerÓ quindi ricorrere a uno dei decoder in vendita nei prossimi giorni a partire da 99 Euro (smartcard Tiv¨Sat inclusa).
In principio saranno disponibili solo modelli prodotti da Adb, Humax e TeleSystem, ma nei prossimi mesi arriveranno anche quelli di altri produttori.
Chi giÓ possiede un decoder satellitare con slot Common interface (ossia predisposto per l'inserimento di moduli Cam per la decodifica delle trasmissioni criptate) potrÓ utilizzarlo solo successivamente. Entro il primo semestre 2010 sarÓ infatti disponibile il modulo Cam compatibile con la codifica utilizzata da Tiv¨Sat (una variante del sistema chiamato Nagravision).
Si ricorda che se si possiedono pi¨ televisori, si dovrÓ installare un decoder per ciascuno. Inoltre, il cavo proveniente dal satellite potrÓ essere condiviso con pi¨ di un decoder ma non contemporaneamente, a meno che i canali visualizzati sui due televisori non appartengano allo stesso gruppo di frequenze. Infine, Ŕ probabile che su questa piattaforma arrivi anche l'alta definizione: in questo caso l'utente che vorrÓ passare all'Hd dovrÓ procurarsi un nuovo tipo di decoder.

27 Luglio 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA
RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio

L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER
Effettua il login o avvia la registrazione.
 
 
 
 
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-