AL VOTO IL 26 MAGGIO

A Bari è quasi «derby»: sfida tra il sindaco uscente Pd e il candidato del centrodestra (ex Dem)

di Andrea Carli


Comunali 2019, ecco come si vota nelle città con più di 15mila abitanti

2' di lettura

A Bari si profila un ballottaggio tra il primo cittadino uscente, del Pd, e il candidato del centrodestra. Una partita che potrebbe avere i contorni di un “derby”, visto che anche il candidato del centrodestra, Pasquale Di Rella, è un ex Dem.

Il sindaco uscente Antonio Decaro (centrosinistra), in un video pubblicato nei giorni della campagna elettorale, ha giocato tutto sulla carta dell’ironia: un barbiere lascia il lavoro a metà, un ragazzo aiuta un’anziana ad attraversare, per poi lasciarla in mezzo alla strada, una bambina non finisce di spegnere le candeline. Il messaggio è: «Io non sopporto le cose lasciate a metà». Di qui, la decisione di scendere in campo per il bis. Ingegnere, Dicaro è alla guida del capoluogo pugliese dal 2014. Due anni dopo è diventato presidente dell’Anci, l’associazione dei comuni italiani.

Sei candidati per la poltrona di sindaco
Sono 24, a sostegno di sei candidati sindaco, le liste depositate al Comune in vista della tornata elettorale. In più di 800 si contenderanno i 36 seggi in Consiglio comunale. Undici liste sostengono la candidatura di Decaro, nove quella di Di Rella (centrodestra), una lista per ciascuno dei candidati Elisabetta Pani (M5S), Irma Melini (Irma Melini per Bari), Sabino De Razza (Baricittàperta) e Francesco Corallo del partito dei Pensionati.

GUARDA IL VIDEO: Comunali 2019, ecco come si vota nelle città con più di 15mila abitanti

Undici liste per il centrosinistra, nove per il centrodestra
Le undici liste della coalizione di centrosinistra sono: Pd, Decaro per Bari, Decaro sindaco, Avanti Decaro, Iniziativa Democratica (che ha presentato una lista con venti donne su 36 candidati), Democratici Ecologisti Progressisti per Bari, Progetto Bari, Italia in Comune, Sud al Centro, Bari Bene Comune, Popolari per Bari. Le nove liste del centrodestra sono: Sport Bari per Di Rella sindaco, Di Rella per Bari, Di Rella sindaco, Forza Italia, Fratelli d'Italia-Sovranisti e Conservatori, Lega, Idea-Io Sud, Partito Liberale Italiano, Riprendiamoci il Futuro. Alle 24 liste per il Consiglio comunale si aggiungono quelle per i cinque municipi (oltre mille aspiranti).

Un ex assessore di Emiliano in prima fila nel centrodestra
Una parte della sinistra non si è schierata con Decaro ma ha deciso di sostenere il progetto Baricittàaperta di De Razza, ex consigliere comunale sotto l'amministrazione Emiliano. Assessore ai tempi di Emiliano è stato anche il candidato del centrodestra, scelto con le primarie e sostenuto da Fi (anche se lui sottolinea di essere un “civico”), Di Rella. I Cinque Stelle corrono da soli e puntano su una donna, Elisabetta Pani: 44 anni, insegna pianoforte al Conservatorio di Foggia. I pentastellati hanno annunciato che, qualora dovessero andare al ballottaggio, non chiederanno il supporto di nessuna forza politica. Il senatore Gaetano Quagliariello, presidente del movimento Idea, già in Forza Italia, costituzionalista e ministro per le riforme nel Governo Letta, sarà capolista di Idea.

L'IDENTIKIT ECONOMICO DI BARI

Dati provinciali dove non diversamente indicato (Fonte: Infocamere, Movimprese, Istat)

L'IDENTIKIT ECONOMICO DI BARI

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...