Da Milano a Palermo, viaggio negli uffici giudiziari «sospesi» per coronavirus

4/7GIUSTIZIA

A Bari proseguono i processi che coinvolgono figli minorenni

default onloading pic
(filins - stock.adobe.com)

La Prima sezione del Tribunale di Bari, che si occupa dei procedimenti in materia di famiglia, non ha chiuso per l'emergenza coronavirus. Proseguono, infatti, i procedimenti che riguardano «obbligazioni alimentari», esclusi dalla sospensione delle udienze decisa dal decreto legge 18/2020: «Diamo un'interpretazione ampia alla norma - spiega il presidente della sezione, Saverio de Simone - e riteniamo che possano continuare a essere celebrate tutte le cause che coinvolgono figli minorenni. Mentre di norma non trattiamo i divorzi, perché i rapporti tra i coniugi sono già regolati, né le separazioni non urgenti, quando marito e moglie sono economicamente indipendenti e non ci sono figli minorenni da tutelare. Anche sulle richieste di modificare le condizioni di separazione o divorzio facciamo una valutazione caso per caso».
Di fatto si tiene circa il 30% delle cause programmate in ogni udienza di fronte al presidente, quelle in cui i partner devono comparire di persona. «Quelle considerate urgenti sono circa il 40% - dice il presidente - ma spesso sono le parti a chiedere il rinvio».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...