focus città

A Brescia la forte domanda di case ferma il calo dei prezzi

di Cristina Giua


default onloading pic

2' di lettura

Lo stock degli immobili residenziali in vendita a Brescia affronta la riapertura del mercato di settembre con alle spalle i risultati positivi della prima parte dell’anno, dettati soprattutto da un costante aumento della domanda d’acquisto.

Spiega Francesco Nuccio, agente Re/Max: «Il numero di compravendite concluse nel primo semestre di quest’anno è cresciuto se paragonato al primo semestre 2018, con un andamento dei prezzi che ha quasi raggiunto il suo punto di stabilità, dopo i costanti deprezzamenti degli ultimi anni».

Trilocali e quadrilocali attirano gran parte delle richieste di chi cerca casa in città, soprattutto se situati nella zona Nord ed Est, che si confermano quindi le più gettonate. Anche il centro conferma la sua appetibilità, soprattutto per gli immobili di pregio, ma a guadagnare posizioni sono anche aree limitrofe come Crocefissa-Ospedale civile, Mompiano e Stazione.

Sul fronte dei mutui, Facile.it, nella sua rilevazione sugli ultimi 6 mesi, segnala un importo medio di finanziamento richiesto a quota 139.524 euro, con un importo medio erogato di 124.617 euro e un valore medio degli immobile acquistati a credito di 210.099 euro. Numeri in calo, dunque, rispetto alla stessa rilevazione eseguita nello stesso periodo dello scorso anno, dove l'importo medio richiesto era di 128.447 euro, con un importo medio erogato di 124.644 euro e un valore medio degli immobili acquistati via mutuo di 205.386 euro.

Che si tratti di una piazza immobiliare in ripresa lo confermano due indicatori come il margine di sconto in trattativa e le tempistiche di vendita. Sul primo fronte, la percentuale media da scalare sul prezzo a cui è pubblicizzato l’immobile è scesa al 13,3. A ridursi sono anche mesi per arrivare al rogito: dal cartello vendesi all’accordo tra le parti passano in media 7,7 mesi (con il centro città che già si avvia verso i 6 mesi).

Un’ultima annotazione per quanto riguarda gli affitti, dove Brescia mostra una costante richiesta di immobili. Torna a commentare Nuccio di Re/Max: «Abbiamo notato che le tempistiche tra il primo appuntamento di visita e la stipula del contratto di locazione si sono sensibilmente ridotte: la domanda quindi c’è, ma è l’offerta di prodotti di qualità ad essere sempre meno».

I PREZZI ZONA PER ZONA

Andamento della domanda e dell'offerta immobiliare per quartiere e prezzi medi (in euro) al mq per tipologia di abitazione e tempi medi di durata delle trattative di compravendita (dall'incarico all'agente al compromesso) -
GLI AFFITTI Canoni medi indicativi di affitto nelle diverse zone della città per un bilocale (dai 60 ai 70 mq) e per un trilocale (dagli 80 ai 90 mq)
Fonte: elaborazione su dati Duff & Phelps REAG (solo compravendite), Immobiliare.it, Tecnocasa

GLI INDICATORI DELLE TRATTATIVE

I tempi medi di vendita delle abitazioni e il differenziale di prezzo tra richiesta iniziale e corrispettivo finale negli anni
Fonte: elaborazione su dati Duff & Phelps REAG, Fiaip, Gabetti, Nomisma, Tecnocasa

I TREND

Indicazioni degli operatori sull'andamento del mercato nei prossimi 12 mesi
Fonte: elaborazione su dati Duff & Phelps REAG, Re/Max, Tecnocasa

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...