AEROPORTI E TECNOLOGIA

A Dubai il controllo è biometrico e bastano 2 secondi per prendere il volo verso gli States

Il riconoscimento facciale verrà fatto a tutti passeggeri che si imbarcano sui voli della compagnia Emirates che hanno come destinazione 12 città americane

di Viaggi24


default onloading pic
Credit Emirates

2' di lettura

Dopo un periodo di sperimentazione, nei voli da Dubai a New York e Los Angeles, la compagnia aerea Emirates renderà disponibile l'imbarco biometrico, entro la fine dell'anno, esteso a tutte le 12 destinazioni negli Stati Uniti.

I risultati, secondo Emirates, sono stati molto incoraggianti con alcuni voli per i quali il 100% dei passeggeri ha scelto il riconoscimento facciale invece dei classici controlli. Tra pochi mesi dunque, i viaggiatori che voleranno dall’hub della metropoli degli Emirati verso gli States potranno scegliere questa opzione, riducendo il tempo impiegato per i controlli di identità a due secondi. La compagnia afferma che non è richiesta alcuna registrazione preventiva e i clienti possono anche rifiutare la procedura. Emirates non memorizza alcun record biometrico e tutti i dati sono gestiti dal Dipartimento di sicurezza statunitense attraverso il CBP (U.S. Customs Border Protection -Agenzia americana per le dogane e la protezione delle frontiere).


Come funziona
Al gate di imbarco, il sistema scansiona la foto del passeggero, che viene confrontata con il database del CBP in tempo reale per verificare l'identità della persona. Il sistema potrebbe però non funzionare per coloro che non hanno viaggiato negli Stati Uniti per un lungo periodo di tempo o le cui immagini non si trovano già nell’archivio digitale. In questo caso i passeggeri vengono dirottati verso i desk del gate.

Nel febbraio scorso il riconoscimento facciale in fase di imbarco era stato sperimentato a Miami anche da Lufthansa in un volo per Monaco .Entro la fine dell’anno scenderà in pista anche la China Eastern Airlines che lancerà il check in biometrico che non richiederà documenti per tutti i processi, dall'acquisto dei biglietti all'imbarco, nel nuovo hub internazionale Daxing di Pechino. Il personale utilizzerà visori per realtà aumentata per verificare l'identità dei passeggeri.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...