ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùEconomia

A fine maggio 2022 assegnati alla Lombardia 3,5 miliardi del Pnrr

Secondo le rilevazioni fatte dalla Banca d’Italia, a tanto ammontano i fondi del piano già destinati a interventi da realizzare entro il 2026 soprattutto per il potenziamento del trasporto pubblico locale e la riqualificazione urbana

di Flavia Carletti

(Adobe Stock)

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Alla fine di maggio 2022, le risorse del Piano nazionale di ripresa e resilienza assegnate agli enti territoriali lombardi per interventi da realizzare entro il 2026 ammontavano complessivamente a 3,5 miliardi di euro (oltre il 10% del totale). È quanto ha indicato la Banca d’Italia, nel rapporto sull’economia della Lombardia, nel quale si indica che tali risorse sono pari a 350 euro pro capite (a fronte di 576 euro nella media nazionale), destinati principalmente a interventi di potenziamento del trasporto pubblico locale e di riqualificazione urbana. Secondo il monitoraggio attivato da Regione Lombardia relativo alle risorse del Pnrr che ricadono sul territorio regionale, è stato stimato che complessivamente dovrebbero ricadere sul territorio lombardo oltre 9,97 miliardi di euro di risorse relative al Pnrr e al Fondo complementare, di cui circa 1,95 miliardi che prevedono Regione Lombardia come soggetto attuatore. Tali dati, comunque, sono in continuo aggiornamento e sono legati a diverse fonti informative, decreti ministeriali, bandi e avvisi pubblici. Infatti, le risorse previste per attuare gli interventi del Pnrr vengono effettivamente definite e assegnate in base agli atti ministeriali approvati e agli esiti dei bandi/avvisi pubblicati.

Nel 2021 spesa per investimenti crescita a 2,7 mld

Tornando al rapporto della Banca d’Italia, è stato rilevato che, per quanto riguarda il 2021, si specifica che gli enti territoriali lombardi hanno affrontato l’anno partendo da condizioni di bilancio complessivamente migliori rispetto all'anno precedente, grazie anche al contribuito delle politiche attuate dal Governo in risposta all'emergenza pandemica. Secondo la Banca d’Italia, nel 2021 la spesa per investimenti è cresciuta a circa 2,7 miliardi di euro. In prospettiva, gli investimenti dovrebbero ricevere sostegno dai finanziamenti connessi, come già indicato al Pnrr, e con il nuovo ciclo 2021-27 dei Programmi operativi regionali. Per quanto riguarda questi ultimi, la bozza di accordo di partenariato ha assegnato alla Lombardia circa 3,5 miliardi di euro, di cui 1,4 di contributo europeo e 2,1 di contributo nazionale. L'incremento di risorse rispetto al precedente ciclo è maggiore per la Lombardia rispetto alla media delle altre regioni più sviluppate.

Loading...

Per la sanità pubblica previsti 1,6 miliardi

Tornando al Pnrr, nel dettaglio, sono stati complessivamente assegnati alla Regione circa 1,6 miliardi di euro per investimenti nella sanità pubblica, che nel triennio pre-pandemia erano stati inferiori alla media italiana. I fondi finanzieranno la realizzazione di strutture per l'assistenza territoriale e il rafforzamento tecnologico e digitale del settore sanitario. Se utilizzate pienamente e nei tempi previsti, tali risorse consentirebbero di effettuare ogni anno una spesa per investimenti più che doppia rispetto a quella registrata nella media del periodo 2017-19. Altri fondi del Pnrr saranno indirizzati al rafforzamento dell'offerta di servizi sociali. La Lombardia - conclude il rapporto della Banca d’Italia - non è distante dal conseguimento dei target per numero di assistenti sociali (circa il 14% in meno rispetto all'obiettivo di uno ogni 5.000 abitanti) e di posti negli asili nido (25 ogni 100 bambini 0-2 anni, 33 il target), mentre appare in ritardo nell'assistenza agli anziani non autosufficienti (1,3 assistiti a domicilio ogni 100 ultra-sessantacinquenni, a fronte di un obiettivo di 2,6).

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti