ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùAerei

A Francoforte male Lufthansa, il 2 settembre “quasi tutti” i voli annullati causa sciopero

Saranno 800 i voli soppressi e 130.000 i passeggeri lasciati a terra. In una precedente comunicazione, la compagnia aveva riferito della rottura delle trattative con i piloti

di Giuliana Licini

(EPA)

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Lufthansa in forte calo alla Borsa di Francoforte, a causa dello sciopero dei piloti del 2 settembre. Il titolo della compagnia aerea tedesca è arrivato a perdere oltre quattro punti. Lufthansa ha annunciato che annullerà «la quasi totalità» dei voli in partenza e arrivo negli aeroporti di Francoforte e Monaco a causa dello sciopero dei piloti. Saranno 800 i voli soppressi e 130.000 i passeggeri lasciati a terra. In una precedente comunicazione, Lufthansa aveva riferito della rottura delle trattative con i piloti, «nonostante l’offerta di un aumento mensile di 900 euro del salario di base per i piloti di Lufthansa e Lufthansa Cargo». La domanda avanzata dal sindacato della categoria – ha precisato la compagnia – comporterebbe un aumento dei costi salariali di oltre il 40% di riflesso all'indennità per l’inflazione e a una nuova gamma salariale, tra le altre cose.

I costi per i piloti aumenterebbero cioè di 900 milioni dagli attuali 2,2 miliardi di euro nei prossimi due anni. «Non capiamo lo sciopero indetto dal sindacato dei piloti. Il management ha fatto un’offerta molto buona e socialmente equilibrata, nonostante il continuo aggravio della crisi del Covid-19 e le incerte prospettive dell’economia globale. Questa escalation viene fatta alle spese di molte migliaia di clienti», ha commentato il responsabile delle Risorse Umane di Lufthansa Michael Niggerman, sottolineando che la compagnia «vuole una soluzione al tavolo del negoziato». Il 4 agosto Lufthansa ha raggiunto un accordo con il personale di terra, che riguarda 20mila dipendenti. L’intesa prevede un aumento fisso di 200 euro al mese, retroattivo da luglio con un aumento del salario base mensile del 2,5% dal primo gennaio 2023, per un importo minimo di 125 euro e di un altro 2,5% dal primo luglio 2023.

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti