Energia

A Gela minibond sostenibile per finanziare il programma di crescita della Meic Services

di Nino Amadore

2' di lettura

Lo hanno battezzato minibond sostenibile. E in Sicilia servirà a finanziare i piani di sviluppo della Meic Services di Gela, azienda che opera da oltre 30 anni nel settore delle forniture di bioetano: un impianto a Gela da 7 milioni di litri annui, 35 dipendenti, la certificazione statutaria di “Società Benefit” e la caratteristica di aver avviato una prassi di premi produttivi ai dipendenti perché «un dipendente felice è un dipendente motivato e produttivo - spiega Maurizio Melfa socio di riferimento dell’azienda –. Perciò se ci sono utili è giusto che ci siano per tutti».

L’operazione, portata a termine dal team Corporate della Regione Sicilia di uniCredit ha un valore di 3,5 milòioni e una durata di 6 anni. Un prestito obbligazionario finalizzato a sostenere le strategie di crescita e sviluppo della Meic Services , il cui amministratore delegato oggi è Alessandro Guarnieri, che ha pianificato un rafforzamento nell’ambito del metano liquido: l’azienda gelese ha predisposto un piano di investimenti da 8 milioni in due anni che prevede la creazione di nuovi punti di caricamento in Sicilia (Patti e Paternò), in Calabria (Marcellinara) e in Sardegna (Cagliari e Oristano) che richiedono l'acquisto di nuovi mezzi (carri bombolai e cisterne), cabine di riduzione e compressione, serbatoi, punti di distribuzione di metano per autotrazione.

Loading...

«La sottoscrizione di questo minibond sostenibile – spiega Melfa, – rappresenta un atto di fiducia da parte di un grande istituto bancario e un riconoscimento alla nostra azienda costituita quasi 33 anni or sono, a conferma che il percorso intrapreso va nella giusta direzione. Sostenibilità di impresa e società benefit non sono qualifiche ottenibili velocemente, ma rappresentano, piuttosto, una mentalità ed un modus operandi che diventano propri solo dopo anni di evoluzione culturale.Infine, siamo felicissimi di poter testimoniare che anche in Sicilia si possano realizzare aziende di avanguardia, che esprimano le potenzialità della nostra terra, sulla quale puntiamo e continueremo a puntare sempre».

L'emissione obbligazionaria prevede un meccanismo di step up/step down mediante aumento/riduzione del tasso cedolare in caso di raggiungimento o meno del target previsto nella clausola di sostenibilità con la quale l'azienda si impegna nell'arco del piano a ridurre le proprie emissioni di CO2. L’azienda si è impegnata a rivedere il proprio mix di prodotti serviti puntando a ridurre sempre più l’impatto di carburanti come il gasolio, a favore di combustibili alternativi ed a più efficace impatto ambientale, quali il metano liquido: «il finanziamento rientra, quindi, a tutti gli effetti tra gli strumenti di finanza sostenibile in qualità di Sustainability-Linked Bond» spiegano.

«I minibond permettono alle aziende di accedere a fonti di finanziamento complementari al canale bancario e sono utili per realizzare progetti di investimento ed innovazione – spiega Salvatore Malandrino, Regional manager Sicilia di UniCredit –. Per la prima volta in Sicilia abbiamo introdotto in un minibond obiettivi di sostenibilità, a conferma della nostra capacità di configurare soluzioni adeguate a ogni dimensione aziendale per supportare la transizione verso un’economia con una sempre più ampia sostenibilità ambientale e sociale».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti