nomine

A Glenn Martens la direzione creativa del marchio Diesel

Lo stilista belga seguirà ogni aspetto della gestione del brand di punta del gruppo Otb - Renzo Rosso: «Ci siamo conosciuti tre anni fa e dai progetti speciali iniziali per Red Tag è maturata l’idea di un percorso insieme»

di Redazione Moda

2' di lettura

Il gruppo Otb ha annunciato la nomina di Glenn Martens a direttore creativo di Diesel con effetto immediato. Lo stilista supervisionerà lo stile, la comunicazione, l’interior design, e più generale la creatività globale del marchio di punta del gruppo fondato e guidato da Renzo Rosso. Di Otb fanno parte anche i marchi Maison Margiela, Marni, Viktor&Rolf e Amiri e le aziende Staff International e Brave Kid.

Grandi eccellenti
Nato nel 1983, Glenn Martens è uno stilista belga che ha iniziato la sua carriera con Jean Paul Gaultier, e dal 2013 è direttore creativo del marchio francese Y/Project. Nel 2017 Glenn ha vinto il premio francese Andam (di cui Otb è uno degli storici sostenitori) e nel 2018 Glenn è stato uno dei guest designer della serie di capsule sperimentali Diesel Red Tag.Così Renzo Rosso, presidente di Otb: «Da quando ho incontrato Glenn nel 2017, ho visto la sua esperienza crescere e il suo talento affermarsi. Lavorare con lui su Diesel Red Tag, scorrere assieme gli archivi e l’heritage di questa azienda, vederlo interagire con il marchio ci ha uniti, e oggi sono felice di vederlo prendere le redini di Diesel, e sposare la sua visione creativa con i valori iconoclasti di questo brand speciale».

Loading...

Costruttore di ponti
«Sono estremamente onorato ed eccitato di unirmi alla Diesel family – ha commentato a caldo Glenn Martens –. Sinonimo di radicalità, onestà ed ottimismo, Diesel ha contribuito a definire il modo in cui vediamo il futuro. La sua voce unica ne ha fatto un’icona mondiale. Oggi più che mai, sento il bisogno di celebrare questi valori fondanti, per costruire ponti attraverso un messaggio di speranza».

I numeri di Otb
In marzo erano stati diffusi i risultati 2019 del gruppo: il fatturato aveva superato i 1.500 milioni di euro, attestandosi a quota 1.530, e registrando un incremento del 6,4% rispetto al 2018, in crescita in tutti i business, canali (il retail in particolare cresce del 9%), e regioni. L’ebitda consolidato di gruppo si era attestato a 190 milioni di euro, con un ebit positivo per 18 milioni, con una significativa inversione di tendenza rispetto all’esercizio precedente. La posizione finanziaria netta si era rafforzata ulteriormente a 124 milioni (esclusi gli effetti IFRS16), confermando una solida patrimonializzazione del gruppo e la capacità di finanziarne la crescita. Il 2019 aveva visto investimenti importanti quali l’acquisizione di una partecipazione del marchio Amiri, l’aumento della partecipazione in Viktor&Rolf (passata dal 51 al 70%), e l’apertura di oltre 70 negozi monomarca nel mondo.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti