ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùCommercio

A maggio boom dell’import-export cinese, trade surplus a 45,5 miliardi di $

La domanda da Stati Uniti e Gran Bretagna continua a far da traino, con le importazioni (+51,1%) ai massimi dal 2010

di Rita Fatiguso

3' di lettura

Continua il boom della bilancia commerciale cinese, a maggio le esportazioni hanno registrato +27,9%, le importazioni +51,1% al ritmo più veloce dal marzo del 2010. Il trade surplus è stato di 45.5 miliardi. La domanda di merci cinesi dal Regno Unito e dagli Stati Uniti è cresciuta, complice il peggioramento della pandemìa nei Paesi del Sud Est asiatico che ha rafforza la domanda di prodotti cinesi. A Chongqing sta per aprirsi il meeting dei ministri degli esteri dei Paesi Asean, in una fase in cui Pechino punta a rafforzare i legami con un’area cruciale per l’interscambio economico.

Disavanzo globale in crescita continua

“I rapporti bilaterali sono poco bilanciati”, ha detto a ridosso del weekend la Trade representative americana Katerine Tai, in una fase di lenta ripresa del dialogo con la Cina contrassegnata anche dall’inclusione di 59 aziende cinese nella black list appena varata dal presidente Joe Biden. Le cifre diffuse dal ministero del Commercio sembrano darle ragione.

Loading...

La bilancia commerciale cinese continua a macinare record, a maggio le esportazioni hanno registrato +27,9%, le importazioni +51,1% al ritmo più veloce dal marzo del 2010.

Il trade surplus è stato di 45.5 miliardi. In prima linea il commercio con UK - la Cina è diventata la prima piazza dell’import britannico, scalzando la Germania -, e con gli Stati Uniti. La ripresa cinese richiede massicce importazioni di materie prime, i cui prezzi sono schizzati alle stelle. Pechino sta cercando comunque di utilizzare tutti gli strumenti a disposizione per tenere a freno la speculazione.

Cresce anche l’export di terre rare

Anche l’export di terre rare è cresciuto dell’11,6% sul mese precedente, a 4,171 tonnellate in cifre assolute rispetto alle 3,737 di aprile. Per il quinto mese consecutivo la crescita viaggia al ritmo del +8,7%.

Le esportazioni cinesi in ogni caso dovrebbero mantenere questo buon ritmo nella prima metà dell’anno, ha commentato Gao Feng, portavoce del Ministero del Commercio.

I dati inoltre potrebbero anche essere stati distorti da un minor numero di giorni lavorativi a maggio a causa della festività di cinque giorni del Labor Day, ma la tendenza è chiara.

La forte ripresa dell’economia dalla pandemia ha alimentato la domanda di metalli come rame e minerali ferrosi. Allo stesso tempo, i prezzi hanno raggiunto un record, facendo aumentare i costi per le aziende. Il governo - com’è noto - ha recentemente intensificato la campagna per frenare le pressioni inflazionistiche.

Le relazioni con i Paesi Asean

Mai come in questo momento, al di là delle possibili implicazioni politiche, la Cina sa che deve rinsaldare i rapporti con i Paesi Asean, una sorta di contraltare alle alleanze che si profilano in Occidente.

Una ripresa dei casi di Covid-19 in India e nel Sud-est asiatico ha interrotto la produzione in quei Paesi, probabilmente portando più ordini in direzione della Cina. Ha anche alimentato la domanda da parte di quei Paesi di prodotti medici di fabbricazione cinese, come i dispositivi di protezione individuale

Si apre a Chongqing l’incontro dei ministri degli esteri dei Paesi Asean, al centro dell’agenda il problema lotta al Covid-19, la possibilità di creare un passaporto per consentire la ripresa degli spostamenti nell’area, in una regione che negli ultimi tempi ha risentito delle tensioni tra Stati Uniti che mantengono pur sempre una presenza forte nell’area.

Wang Yi, il ministro degli esteri cinese, ha ribadito al volontà di Pechino di intensificare la cooperazione della regione dell’Asia-Pacifico. Il meeting si terrà in presenza, nonostante i timori di una ripresa dei contagi in Cina.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti