Napoli/arredamento e design

A Marano la falegnameria hi tech

di Vera Viola


1' di lettura

Pietro e Davide Di Costanzo sono due fratelli di Marano di Napoli. Il primo, 30 anni, si è occupato a lungo di logistica. Il secondo, 26 anni, ha lavorato nella ristorazione, per lo più al Nord. Oggi lavorano insieme, titolari della Woodini, un’ impresa con sede a Marano che produce oggetti e arredo. L’iniziativa parte a metà 2019 quando i due fratelli, con l’approvazione del progetto da parte di Invitalia, a fronte di un investimento di quasi 100mila euro e con un contributo di circa 35mila, acquistano i primi macchinari a controllo numerico e avviano la produzione: scatole in legno, giocattoli, orologi da parete. E si rendono conto che si può ampliare la gamma di oggetti e materiali. «Abbiamo acquistato altri macchinari – racconta Davide – con cui possiamo lavorare anche plexiglas, e fibre composite non siliconiche. L’investimento è un pò cresciuto, ma si aprono altri spazi». Ora sono in attesa dei nuovi macchinari ordinati. «La consegna dalla Cina – aggiunge Davide – è in ritardo. Il Coronavirus ha complicato le cose». Entro marzo dovrebbe partire la nuova produzione. Davide, il designer dell’impresa, sta progettando tavoli, sedie, un arredo completo. Pietro si occuperà di tecnologie e produzione. Per il prossimo anno pensano di avere uno spazio al Salone del mobile. Per la vendita già studiano lo sbarco su Amazon.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti