trattamenti

A me gli occhi

di Monica Melotti


default onloading pic
(Adobe Stock)

3' di lettura

Una pelle quattro volte più sottile rispetto a quella del corpo, 10mila battiti di ciglia al giorno, una scarsa concentrazione di ghiandole sebacee, sono tutti fattori che tendono a rendere la zona pericoculare una delle più delicate e fragili. Lo sguardo, inoltre, è lo specchio della nostra salute e non trasmette solo i segni del tempo che passa, ma anche il nostro stile di vita: fatica, stress, dieta sbagliata, preoccupazioni. I problemi che coinvolgono questa zona sono diversi: borse, occhiaie, gonfiori che appesantiscono lo sguardo e tolgono luminosità al volto. A cui si aggiungono, con il passare degli anni, le palpebre pesanti che rendono lo sguardo triste e invecchiato.

Non stupisce, quindi, che le maison cosmetiche abbiano messo a punto prodotti sempre più mirati ed efficaci, non solo per combattere le cosiddette zampe di gallina, ma pure le occhiaie e le borse. La scelta è ampia: creme e sieri specifici antietà che idratano e nutrono a fondo la cute, formule drenanti per le borse che riducono gli accumuli di grasso, texture dall'effetto soft focus per nascondere le occhiaie, device a vibrazione ultrasonica per ringiovanire il contorno occhi.

Trattamenti hi-tech per il contorno occhi

Trattamenti hi-tech per il contorno occhi

Photogallery13 foto

Visualizza

I rimedi per ringiovanire il contorno occhi
La crema più “googlata” per il contorno occhi, nel 2018, è stata Time Filler Eyes di Filorga, un concentrato a 360 gradi che riduce rughe, occhiaie, risolleva le palpebre e addirittura rinforza le ciglia. I Laboratori Pierre Fabre hanno messo a punto Beauté du regard di Galénic, una crema effetto ghiaccio, che grazie alla tecnologia Ice Pillow agisce su tutti i segni dell'invecchiamento, il consiglio è quello di tenerla in frigorifero. La formula arricchita di acido ialuronico, solfato di destrano e vitamina B3 garantisce un'azione a lungo termine.

Sul versante francese, Guerlain propone la Nuova Crema Occhi della linea Abeille Royale, nella formula una pappa reale esclusiva che agisce sui fibroblasti, mentre Dior Prestige ha appena lanciato Le Micro Sérum de Rose Yeux, che aiuta a ricaricare la pelle con micro-nutrienti di rosa essenziali grazie all'applicatore fresco composto da 10 micro-perle di ceramica che ruotano a 360 gradi. Dal Giappone, Sensai lancia Extra Intensive Eye Cream, che assicura un aumento di energia cellulare in una sola settimana. Doppia azione, invece, per la maison svizzera Valmont, con L'Elixir des Glaciers Sérum Majestueux, un liftante per le palpebre cadenti, mentre l'Eyes Cream, illumina il contorno occhi riducendo gonfiore e borse. Un trattamento SOS? Perfetti gli Eye Patch di Comfort Zone, maschere per il contorno occhi ricche di peptidi che in un attimo tolgono i segni di stanchezza.

Un'azione più strong
Quando le creme non servono più perché la situazione è troppo compromessa e la pelle della palpebra è troppo rilassata, si può intervenire con una blefaroplastica superiore e/o inferiore per eliminare le borse. È un intervento che solitamente viene seguito in day hospital. «Esistono però delle tecniche che permettono di evitare la blefaroplastica, ringiovanendo lo stesso lo sguardo - spiega Fabio Caviggioli, chirurgo plastico e ricostruttivo, direttore scientifico delle Cliniche Juneco -. L'infiltrazione di tossina botulinica sulla zona del sopracciglio, per esempio, agisce rilassando i muscoli della formazione di rughe e lifta leggermente la discesa palpebrale. Per gli aloni scuri e lo sguardo “spento”, invece, s'iniettano delle sostanze biorivitalizzanti e filler a base di acido ialuronico a diverso peso molecolare, capaci di penetrare in profondità, di rinfrescare lo sguardo, riempiere le occhiaie eliminando l'effetto “panda”. Il trattamento ha una durata che varia dai 3 ai 6 mesi».

    Brand connect

    Loading...

    Newsletter

    Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

    Iscriviti
    Loading...