A Fuorigrotta

A Napoli l’eco-murales antismog dello street artist Zed1

Nuovo tassello della campagna di comunicazione #UnlockTheChange promosso dalle B Corp italiane in collaborazione con Yourban2030

di Vera Viola

2' di lettura

Il più grande eco-murales antismog del Sud è stato realizzato a Napoli, nel quartiere di Fuorigrotta. L'opera, voluta dalle B Corp italiane in collaborazione con Yourban2030 è firmata dallo street artist Zed1. Ed è realizzata con una tecnologia brevettata che può eliminare l'inquinamento atmosferico: assorbirà infatti ogni giorno lo smog di 79 veicoli. È un nuovo tassello della campagna di comunicazione #UnlockTheChange che vuole promuovere, attraverso l'arte, un cambiamento positivo in favore di modelli socioeconomici sostenibili.

Il tema: dal mondo inquinato all’economia sostenibile

Il murale occupa 370 mq, nei pressi della scuola secondaria Silio Italico: esso rappresenta una nuova favola di ZED1: non una favola qualunque, ma quella di una bambina che svela agli occhi di tutti noi una nuova dimensione possibile, aprendo il portone del vecchio mondo inquinato alle idee di sostenibilità e di economia positiva. E non lo fa in un luogo qualunque, ma alla periferia di Napoli, a Fuorigrotta, a due passi da Bagnoli, in un quartiere difficile che ha vissuto in prima linea i danni dell’inquinamento industriale nel ventesimo secolo e ancora oggi non vede completata la sua eterna bonifica.

Loading...

La partecipazione del territorio

Il murales è stato realizzato con il coinvolgimento dell'intero territorio: la scuola media Silio Italico ha collaborato attivamente, non solo concedendo il muro per la realizzazione dell'opera, ma coinvolgendo sia i professori che i giovani studenti in laboratori creativi.

La produzione

La produzione del murales è di PalomArt, piattaforma internazionale di arte indipendente. I due assistenti che hanno aiutato Zed1 sono due artisti: Luca Zeus40, artista di fama internazionale fondatore del festival Back to the style e membro dell'associazione Bereshit, molto attiva all'interno del territorio partenopeo sulle produzioni di street art; Giovanni Anastasia, giovane e talentuoso artista napoletano di grandi prospettive.

Il messaggio e le B Corp

Il primo eco-murales #UnlockTheChange è quindi un diretto invito al cambiamento che parte dell'omonima campagna di comunicazione lanciata dalle B Corp italiane: aziende certificate dall'ente non-profit B Lab in virtù delle loro performance ambientali, sociali ed economiche e che adottano e promuovono un paradigma economico più giusto e responsabile. Un impatto positivo che circa il 30% delle B Corp italiane si sono già impegnate a produrre, attraverso l'obiettivo di climate neutrality entro il 2030. Le B Corp rappresentano un modello evoluto di azienda sostenibile. Un movimento globale che ha l'obiettivo di diffondere un nuovo paradigma economico, in cui le imprese diventano protagoniste di un processo di rigenerazione della società e della biosfera. La visione delle B Corp è di innescare una competizione positiva tra tutte le aziende, perché siano misurate e valutate sulla base dell'impatto positivo che hanno sulle persone e sul pianeta.Sono oltre 4000 le B Corp nel mondo e 200.000 le aziende che ne usano gli strumenti di valutazione, in 77 paesi e 153 settori.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti