I dieci trekking di inizio autunno tra boschi, borghi, vigneti e ultimo mare

11/11Weekend

A Pantelleria sul Monte Gibele e allo Specchio di Venere bevendo il passito

L'isola di Pantelleria è un periplo infinito di sentieri costieri e interni. Sono addirittura cinquecento i chilometri che si percorrerebbero a batterli tutti. Tanto per cominciare dal parcheggio di Sibà si arriva alle Favare di Cuddia di Mida, attraversando un bosco di pini marittimi e lasciandosi dietro le spalle la Montagna Grande. Un altro cammino molto spettacolare è quello che comincia dal Lago Specchio di Venere poi passa per la borgata di Bugeber, permettere di vedere da vicino le lave del Khaggiar e Cala Cinque Denti per poi fare ritorno al lago. Molto panoramico è l'itinerario a piedi dal serbatoio idrico di Rekale, attraverso Cuddia Attalora, sino alla lecceta di Cuddia Patite e ritorno. Così come la salita al Monte Gibele. Nei damusi sicuramente sarà offerto un bicchiere di passito: mai rifiutare!

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti